Lunedý 06 Dicembre22:53:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Omicidio a Rimini: indagini sulla cerchia ristretta e familiare

Le Forze dell'ordine sulle tracce dell'aggressore: sarà eseguita l'autopsia sul corpo del 74enne

Cronaca Rimini | 15:56 - 22 Novembre 2021 Omicidio alla stazione di Rimini Omicidio alla stazione di Rimini.

Ci sono i filmati delle telecamere di sorveglianza al vaglio degli inquirenti che a Rimini sono al lavoro per ricostruire quanto avvenuto ieri sera alla fermata dell'autobus davanti alla stazione dove un uomo filippino di 74 anni è stato accoltellato e ucciso da un'altra persona che poi è fuggita in bici facendo perdere le sue tracce. Nulla è escluso al momento, mentre gli investigatori mantengono il più stretto riserbo, anche sulle generalità della vittima. Diverse le ipotesi al vaglio, dall'azione non premeditata di qualcuno sconosciuto alla vittima a una lite per motivi personali. Tra questo pomeriggio e domani sarà eseguita l'autopsia della vittima come stabilito dal sostituto procuratore Luigi Sgambati.


            
Tra i connazionali che il 74enne frequentava, i vicini di casa, il datore di lavoro - un noto imprenditore dell'entroterra romagnolo per cui curava il giardino - parlano di una persona dolce, sensibile, che nel giorno libero si recava a Rimini per trascorrere qualche ora di svago. Una ex moglie e una figlia nelle Filippine, solo qualche amico in Italia, ma nessun legame particolare apparente.
Il rebus della sua morte è ancora da decifrare, a partire dal tardo pomeriggio quando l'uomo è arrivato in stazione per prendere l'autobus e tornare a casa dopo aver trascorso alcune ore insieme a dei connazionali.

< Articolo precedente Articolo successivo >