Domenica 28 Novembre00:32:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cattolica, Iaia Forte e Javier Girotto al teatro della Regina con 'Interno familiare'

L'attrice e il musicista in scena con un racconto di Anna Maria Ortese, giovedì 25 novembre

Eventi Cattolica | 10:41 - 18 Novembre 2021 Iaia Forte Iaia Forte.

La stagione del Teatro della Regina di Cattolica prosegue giovedì 25 novembre (ore 21.15) con Interno familiare: Iaia Forte e Javier Girotto al sax trasportano sul palcoscenico l’omonimo racconto di Anna Maria Ortese, contenuto nella raccolta Il mare non bagna Napoli, evocando il tema dell’amore illusorio e non corrisposto che conduce a una solitudine amara.

È la vigilia di Natale. In una grande casa nel quartiere di Monte di Dio, Anastasia Finizio, una adulta zitella, viene a sapere che è tornato in città, dopo anni di assenza, un giovane di cui era stata innamorata. Questa notizia le risveglia i sogni sopiti, le fa immaginare la possibilità di una “vita nuova” aprendola ad un amore che però si rivelerà illusorio. Rinunciandovi rinuncerà a se stessa, e la sua vita ritornerà ad essere scandita solo da “casa e lavoro, lavoro e casa”. Intorno a lei una famiglia atroce, in cui gli egoismi e le invidie condannano i personaggi ad una solitudine amara ed incosciente. 

È un nero presepe, in cui la Ortese fa muovere con prepotente violenza, verità ma anche con passione queste icone di una falsa felicità domestica, microcosmo e metafora di Napoli stessa.  (Iaia Forte)

Iaia Forte

Nata a Napoli, diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha debuttato in teatro con Toni Servillo e ha collaborato a lungo con il gruppo “Teatri Uniti” e con numerose figure di primo piano della scena teatrale, partecipando a spettacoli tra i più premiati dalla critica degli ultimi anni e ottenendo importanti riconoscimenti. Sul grande schermo, dove ha esordito con Libera di Pappi Corsicato, è tra l’altro protagonista del film premio Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino; ha ottenuto due Nastri d’Argento, due candidature al David, un Globo d’oro, un Ciak d’oro, il premio Agis. il Linea d’ombra e un premio Sacher come miglior attrice protagonista. Ha esordito in televisione con La tv delle ragazze e ha preso parte alle fiction Sotto copertura e Squadra antimafia. In teatro è protagonista di Hanno tutti ragione dal romanzo di Paolo Sorrentino. Ha collaborato come attrice con grandi musicisti come Danilo Rea, Steve Lacy, Daniele Sepe, Ambrogio Sparagna, Luigi Cinque, Solis String Quartet, M. Capone Bungt Bangt e con l’Orchestra di Piazza Vittorio.  Nel 2017 ha vinto il premio Galà cinema fiction.

Javier Girotto

Javier Girotto è un sassofonista, compositore, arrangiatore, flautista argentino naturalizzato italiano. A 19 anni vince una borsa di studio del Berklee College of Music e gli si spalancano finalmente le porte del mondo del jazz. L’avventura italiana di Javier Girotto inizia a 25 anni. Incide il suo primo cd Homenaje nel 1995 con special guest Bob Mintzer e Randy Brecker. In questo stesso periodo nasce il gruppo Aires Tango, per il quale i sax soprano e baritono di Girotto sono maggiormente conosciuti e con cui incide dieci dischi. Numerose le collaborazioni che si susseguono a partire dal 2000 e arricchiscono la sua discografia.
Nella stagione 2007-2008 partecipa allo spettacolo Uomini in frac della Piccola Orchestra Avion Travel, allestito per festeggiare i cinquant’anni di Nel blu dipinto di blu. Nel 2008 forma con Fabrizio Bosso il Latin Mood, registrando il disco Tribute e due dischi per la Blue Note.
 Nel 2012 forma il duo Musique sans Frontiére insieme al pianista classico Michele Campanella, con cui propone il repertorio di grandi autori classici come Debussy, Ravel, Guastavino, contaminando questa meravigliosa musica per pianoforte con l’improvvisazione e l’inserimento extra del sassofono.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >