Domenica 05 Dicembre05:09:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Doping, assolta la pattinatrice riminese Sara Venerucci: "Non ha commesso il fatto"

A prescriverle i farmaci, secondo l’accusa, il medico Guido Porcellini di Pesaro, anche lui assolto

Attualità Rimini | 10:05 - 18 Novembre 2021 Sara Venerucci Sara Venerucci.

"Assolta per non aver commesso il fatto". Così il Tribunale di Rimini pone fine al processo per doping alla pattinatrice riminese Sara Venerucci. La campionessa è stata assolta con formula piena dall'accusa di aver usato anfetamine nel 2014. L'atleta era a processo dal 2017, per frode sportiva assieme al medico Guido Porcellini. E' stato dimostrato che la campionessa non aveva mai usato farmaci dopanti ed è stata quindi assolta e con lei il medico.  La pattinatrice riminese è difesa dall'avvocato Moreno Maresi. Assolti anche i genitori di Sara Venerucci

< Articolo precedente Articolo successivo >