Domenica 05 Dicembre22:04:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, Valentino Paoloni: 'Il Murata ha un gran carattere, peccato i tanti infortuni'

Ora si ferma ai box bomber Indelicato. Dopo la sosta sfida contro il Domagnano

Sport Repubblica San Marino | 10:48 - 13 Novembre 2021 Il dirigente del Murata Valentino Paoloni Il dirigente del Murata Valentino Paoloni.

Lo stop per gli impegni delle Nazionali è stato provvidenziale in casa Murata e permetterà di recuperare qualche infortunato – ad esempio Alessio Cangini, il faro del centrocampo – anche  se  la cattiva sorte non abbandona la squadra di Achille Fabbri. Il bomber Alessio Indelicato, infatti, infortunatosi nel match contro la Juvenes Dogana, è ai box per via di un infortunio al ginocchio.

“E’ un periodo davvero sfortunato ed è un peccato perché la squadra sta andando bene dopo un inizio difficile dovuto ad un calendario ostico - è il pensiero di Valentino Paoloni, uno dei dirigenti del club di più giovane milizia - . Pur con una partita in più, abbiamo gli stessi punti della Folgore (11), l’avversario che tra Coppa Titano e campionato affronteremo per ben tre volte nelle prossime settimane. Tra l’altro si tratta della squadra che nella stagione scorsa ci eliminò ai playoff dopo una grande battaglia e che quest’anno schiera due nostri ex giocatori, l’attaccante Fedeli e il difensore Arrigoni”.

Pur con infortuni a ripetizione e squalifiche, il Murata ha collezionato 11 punti di fila risalendo in classifica (ottavo posto): due pareggi (Fiorentino e Juvenes Dogana) e tre vittorie (Libertas, Cosmos, Cailungo), 5 reti segnate di cui una su rigore e un solo gol subito. In più, l'approdo ai quarti di Coppa Titano con eliminazione della Virtus (2-1 e 0-0), una squadra di prima fascia.

Valentino Paoloni, soddisfatto del cammino della squadra?

“Certamente, sappiamo di non poter competere con le big, però vogliamo recitare un ruolo importante tra le squadre di seconda fascia. Ci stiamo riuscendo. Achille Fabbri è un allenatore collaudato, un periodo di rodaggio era nelle cose dopo la rivoluzione estiva, abbiamo saputo attendere con fiducia e i risultati stanno arrivando pur tra difficoltà che mettono a dura prova la nostra rosa, che non è lunghissima”.

Alla ripresa sarà sfida contro il Domagnano che attraversa un momento di difficoltà dopo un ottimo avvio: ha subito quattro sconfitte di fila.

“Vedo una partita aperta, cercheremo di farla nostra. I tre punti sarebbero importante: opereremmo il sorpasso sui rivali e faremmo un bel balzo in classifica. Ci proveremo con tutte le forze fermo restando che è fondamentale muovere la classifica. Anche con la Juvenes Dogana è arrivato un pari, ma nelle condizioni in cui eravamo – Indelicato e Diedhiou usciti durante la partita per infortunio, out Alberigi, Cangini e Toccaceli, e Babbini a mezzo servizio – è stato un risultato positivo. Si è visto il carattere della squadra, il suo encomiabile spirito di gruppo”.

Come valuta il livello del campionato?

“Equilibrato come sempre, con numerosi club in grado di recitare un ruolo importante. Non ci sono risultati scontati e questo va a vantaggio dell’interesse generale. La squadra sorpresa è il Pennarossa di Andy Selva”.

Per il Murata che traguardo vede?

“Mi piacerebbe migliorare o quanto meno confermare il piazzamento della stagione scorsa (nono posto in campionato e un turno di play off superato: eliminazione ai quarti di finale con un pareggio contro la Folgore); certo è che se la cattiva sorte ci toglie di mezzo giocatori in continuazione, il compito sarà ancora più difficile. Ma io ho fiducia”.

La società tornerà sul mercato?

“Ogni valutazione in questo momento è affrettata, alla fine del mese di dicembre con il direttore sportivo e il tecnico faremo il punto della situazione. La cosa certa è che la filosofia del Murata è di fare sempre il passo secondo la gamba”.

< Articolo precedente Articolo successivo >