Luned́ 29 Novembre03:37:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, Euro 2023: Israele Under 21 cala il poker sul Titano (0-4)

Le quattro reti arrivano nella prima mezzora del primo tempo

Sport Repubblica San Marino | 23:05 - 11 Novembre 2021 La Nazionale Under 21 di San Marino (Foto FSGC/Pruccoli) La Nazionale Under 21 di San Marino (Foto FSGC/Pruccoli).

La Nazionale torna davanti al pubblico di casa a due mesi dalla sfida all’Ungheria. Israele – avversario inedito – gioca un primo tempo ad altissima intensità, mettendo a dura prova la resistenza dei Biancoazzurri che poi rialzano il baricentro – e soprattutto la testa - nella ripresa, riprendendo la loro ricerca del gol e in generale ritrovando parte delle ottime sensazioni riscontrate nelle due trasferte di Lettonia e Polonia, dichiarata base da cui ripartire per chiudere al meglio questo 2021 europeo. 
San Marino approccia la gara con coraggio, cercando subito la profondità con una bella combinazione – impreziosita da un paio di colpi di tacco – senza esito, e con la punizione scodellata da Tosi in area, con la difesa che libera in affanno. In affanno sì, ma senza perdere la palla, tant’è che la squadra di Alon Hazan riparte velocissima e crea addirittura una transizione 3 contro 1, con Davida che cerca centralmente Buganim, fermato da un prodigioso riflesso di De Angelis, vigile anche sul tentativo di tap-in dello stesso Davida. Poco dopo, Davida si mette in proprio cercando la conclusione diretta dopo una lunga azione ospite: Rosti è provvidenziale nello schermare il destro dal cuore dell’area. San Marino si rivede in avanti con un’altra punizione di Tosi, sulla quale Franciosi, di testa, è impreciso. Di là, Israele cambia marcia e sblocca l’incontro con un mancino impeccabile di Bilevi: palla che bacia la parte bassa della traversa sull’assist di Arad e nulla da fare per l’estremo sammarinese. È un gol che incide sul morale dei giovani Titani, costretti a raccogliere ancora la palla in fondo al sacco meno di 60’’ dopo, effetto della caparbietà di Davida che resiste alla carica di Franciosi e di sinistro la calcia di potenza a fil di palo. 
Ora Israele si fa estremamente pressante e non permette ai padroni di casa di respirare, tantomeno di lasciare la propria metà campo. Al 25’, Shahar sfonda sul lato sinistro e serve a rimorchio Zasano, che si coordina bene e di prima intenzione sfiora l’incrocio. Poco dopo, fuga di Bilevi e assist centrale per Buganim, che col mancino ‘mastica’ la conclusione. Per il 15 in casacca bianca la soddisfazione del gol tarderà solo qualche minuto: è lui, al 28’, a fiondarsi sul disimpegno corto di Santi e a superare di slancio De Angelis, prima di appoggiare in rete senza più disturbo. San Marino ha bisogno di reagire soprattutto psicologicamente e alla mezz’ora arriva una buona risposta dei Titani con la punizione che Tosi calcia dai 25 metri scarsi: mancino che gira ma che non si abbassa al momento giusto, con palla comunque vicina all’incrocio dei pali. È un break che non impressiona Israele, di nuovo in gol al 31’ con il facile tap-in di Shahar dopo il miracolo di De Angelis sul colpo di testa ravvicinato dello stesso numero 17. La traversa di Blorian su torre di Morgan e il tentativo di pallonetto – un po’ troppo lezioso – di Bilevi davanti a De Angelis sono gli ultimi tentativi di Israele di trarre il massimo profitto dal dominio esercitato nel primo tempo. Nel mezzo, comunque, San Marino si era rivisto in avanti con la terza punizione di Tosi, che aveva cercato compagni in area trovando la respinta della difesa ospite. 
In apertura di ripresa c’è l’esordio assoluto di Tani, in campo per Dolcini. Dentro anche Moretti per Santi. Il CT Israeliano non è da meno sul piano degli avvicendamenti, che coinvolgono anche il portiere Nir On. I ritmi della ripresa non sono quelli del primo tempo, anche perché la furia agonistica degli ospiti cala vistosamente. Così San Marino prova a riprendere il tema dell’avvio di gara, ossia la ricerca della porta di Zamir: in particolare è Rosti a trovare una buona coordinazione dal limite, ma il mancino del numero 13, ben scoccato, è troppo centrale. Poi viene il momento dell’ingresso in campo di Babboni per un esausto Pancotti – che ha lottato tanto per far salire i compagni – e di Contadini per Rastelli, al rientro dalla squalifica. La fascia di capitano passa dal braccio di Pancotti a quello di Ciacci. I due nuovi entrati sviluppano subito una bella combinazione sulla corsia mancina, e grazie ad essa  portano a casa un calcio d’angolo – non il primo della ripresa – che Zamir sbroglia coi pugni. 
Ancora una palla calciata dalla fascia mancina (dal piede di Tosi) diventa buona per l’inserimento di Babboni, fermato in uscita da Zamir. San Marino resta lì: punizione calciata forte da Tosi e difesa che se la cava. Ma Israele non dorme e al 74’ De Angelis è strepitoso nel fermare Buganim nel tu per tu; l’azione prosegue con Levi che apparecchia centralmente per Bilevi, il cui colpo di testa manca il bersaglio – rimasto sguarnito - per centimetri. Israele torna pericolosissimo a 10’ dalla fine, con la palla calciata forte da Morgan a centro area, dove nessuna gamba amica interviene per la deviazione vincente. L’ultimo squillo è il colpo di testa di Blorian su angolo, con De Angelis a sbattere la porta in faccia al centrale avversario. Finisce con Israele in gestione di un risultato che gli permette di agganciare la Germania (che ha una gara in meno), mentre San Marino – che ha un’ultimissima occasione nel recupero con l’ennesima punizione calciata da Tosi, alta - chiude il 2021 casalingo e si prepara a far visita, martedì, proprio alla capolista tedesca.

Il tabellino 
 San Marino-Israele 0-4

SAN MARINO [4-1-4-1]
De Angelis; Franciosi, F. Santi (dal 46’ Moretti), Tomassini, Tosi; Matteoni (dall’85’ Valentini), Rosti, Ciacci, Dolcini (dal 46’ Tani), Rastelli (dal 65’ Contadini); Pancotti (dal 65’ Babboni)
A disposizione: Colonna, Pasquinelli, De Biagi, Zannoni 
Allenatore: Fabrizio Costantini 
ISRAELE [4-3-3]
Nir On (dal 46’ Zamir); Zasano, Blorian, Cohen (dal 46’ Glezer), Morgan; Arad (dal 69’ Azoulay), Zargary, Shahar; Bilevi (dal 78’ Sade), Davida (dal 55’ Levi), Buganim
A disposizione: Jaber, Tamir Itzhak, Mahluf, Muzie
Allenatore: Alon Hazan
Arbitro: Henrik Nalbandyan (ARM)
Assistenti: Mesrop Ghazaryan e Erik Arevshatyan (ARM)
Quarto Ufficiale: Zaven Hovhannisyan (ARM)
Ammoniti: Rastelli, Tomassini, Franciosi, Levi, Zasano, Rosti
Marcatori: 12’ Bilevi, 13’ Davida, 28’ Buganim, 31’ Shahar

< Articolo precedente Articolo successivo >