Domenica 05 Dicembre21:52:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Bomba" all'edificio che ospita richiedenti asilo, giovane patteggia: lavorerà nella struttura

Soddisfatti i soci della cooperativa: "probabilmente potrà comprendere meglio la portata del gesto che ha fatto"

Cronaca Rimini | 16:24 - 10 Novembre 2021 Il centro accoglienza di Spadarolo Il centro accoglienza di Spadarolo.

Uno dei giovani indagati per l'esplosione di una bomba carta contro il centro di accoglienza migranti di Spadarolo, a processo per danneggiamento aggravato, si è offerto di lavorare gratuitamente nella struttura, gestita dalla cooperativa Cento Fiori, per patteggiare pena di un paio di mesi di reclusione, convertibile in una multa. Il suo avvocato Alessandro Petrillo ha già concordato il tutto con la Procura e si aspetta la ratifica da parte del giudice. I fatti risalgono alla notte di halloween del 2018.
 

Soddisfatti i soci della cooperativa: "probabilmente potrà comprendere meglio la portata del gesto che ha fatto". "Se questo avverrà - prosegue la nota - la nostra cooperativa sociale farà in modo che il giovane abbia la possibilità di fare una esperienza educativa piena e interessante, dove il lavoro sarà il modo più proficuo per entrare in contatto con i migranti, con le loro storie, il loro vissuto".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >