Martedý 07 Dicembre22:38:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, dalla regione 87.000 euro per prolungare la ciclabile della via Emilia

Un secondo contributo di 20.000 euro sarà destinato all'acquisto di un'auto elettrica

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:32 - 10 Novembre 2021 Ciclabile Santa Giustina-Santarcangelo Ciclabile Santa Giustina-Santarcangelo.

La Regione Emilia-Romagna assegna al Comune di Santarcangelo più di 100.000 euro con due diversi contributi sulle tematiche ambientali: 87.000 euro per la prosecuzione della pista ciclabile lungo la via Emilia da viale Mazzini a via Montevecchi, 20.000 euro per l’acquisto di un’auto elettrica che servirà a rinnovare il parco mezzi dell’amministrazione comunale.

Il primo contributo è stato richiesto dal Comune nell’ambito del bando regionale “Bike to work”, ideato per incentivare scelte di mobilità sostenibile negli spostamenti casa-lavoro. La Regione ha finanziato con 86.990 euro il progetto – che avrà un costo totale di 125.000 euro – per prolungare il tratto già esistente della ciclabile lungo la via Emilia da viale Mazzini fino a via Montevecchi.

Si tratta del terzo tratto di pista ciclopedonale a essere realizzato lungo la SS9, dopo quelli da via Piadina a viale Mazzini e al collegamento con la frazione di Santa Giustina. La ricucitura tra i percorsi esistenti e di prossima realizzazione – finalizzata a rafforzare la sicurezza dei collegamenti e riqualificare la barriera di separazione della carreggiata stradale – sarà poi completata con l’attuazione degli interventi previsti dalle convenzioni urbanistiche in accordo con i privati. “Il nuovo tratto della pista ciclopedonale lungo la via Emilia consentirà di migliorare il collegamento in sicurezza di alcune zone densamente popolate con il centro cittadino e la stazione ferroviaria, aggiungendo un nuovo tratto al percorso che, una volta completato, congiungerà il confine con Rimini a quello con Savignano, operando la ricucitura di una storica frattura del nostro territorio", spiega il vicesindaco Pamela Fussi. 

La partecipazione al bando per il rinnovamento del parco auto attraverso la sostituzione di mezzi obsoleti con veicoli a minor impatto ambientale, invece, è stata premiata dalla Regione con un finanziamento di 20.000 euro, pari al 75 per cento del costo necessario a sostituire l’autovettura Fiat Panda euro 3 a benzina con un’auto elettrica.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >