Mercoledì 01 Dicembre23:23:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimborsi spese legate al Covid, Bellaria vara misure per 400mila euro

La voce più cospicua tra le nuove misure, con uno stanziamento iniziale di 300.000 euro, è il sistema di ristori definito per le attività del territorio

Attualità Bellaria Igea Marina | 12:18 - 10 Novembre 2021 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

L’Amministrazione Comunale ha approntato un pacchetto di misure ed aiuti economici a beneficio di famiglie ed aziende, per contrastare il caro-vita legato all’emergenza Covid-19: anche attraverso lo stanziamento di ulteriori somme approvato gli scorsi giorni dalla Giunta, le risorse destinate a queste importanti leve di welfare per il tessuto sociale di Bellaria Igea Marina superano i 400.000 euro.

 
Contributi che, in varie forme, saranno distribuiti a partire dal mese di dicembre: dando seguito al consistente impegno dell’Amministrazione a favore della fragilità, delle famiglie, dell’imprenditoria e del commercio, in relazione allo stato di emergenza nato lo scorso anno. Un impegno che nell’ultimo anno e mezzo, ha già visto il Comune di Bellaria Igea Marina adottare misure ed erogare contributi sul territorio quantificabili in oltre 1.200.000 euro.

 
La voce più cospicua tra le nuove misure, con uno stanziamento iniziale di 300.000 euro, è il sistema di ristori definito per le attività del territorio, a compensazione delle spese straordinarie direttamente collegate alle misure di contenimento del contagio da Covid-19. Il provvedimento si concretizzerà con l’erogazione di contributi a fondo perduto fino a 2.000 euro a quelle attività che dimostrino di aver sostenuto spese per il rispetto dei protocolli anti contagio nel periodo compreso tra il 1^ aprile 2020 e lunedì 22 novembre 2021: ossia la scadenza del bando, già pubblicato e scaricabile insieme alla modulistica sul sito internet istituzionale. Ampio il ventaglio delle spese ammissibili: dall’acquisto di strutture per esterno – ad esempio tavoli, sedie e gazebo – a quello di macchinari per igienizzare l'attività o di dispositivi per la protezione individuale – come gel, mascherine, barriere in plexiglass, cartellonistica e segnaletica - , fino ai costi sostenuti per l’igienizzazione dei locali e la realizzazione di protocolli di prevenzione. Per le attività stagionali, l’importo massimo erogato sarà pari a 1.000 euro, con la possibilità di incrementarlo nel caso in cui non si esauriscano i fondi a disposizione e nei limiti delle spese sostenute.

 
Già pubblicato – e consultabile integralmente sul sito istituzionale – anche il bando per l’erogazione di contributi per il pagamento della Tassa Rifiuti. In questo caso, le novità da segnalare sono, da un lato, l’estensione della platea dei beneficiari, dall’altro la quantificazione del rimborso: sarà pari al 70% della bolletta per tutti quei nuclei familiari che si trovano in una critica situazione socio-economica, aumentando di fatto l'importo massimo concesso, che gli scorsi anni era pari a 100 euro. Il bando, che scadrà mercoledì 15 dicembre, si unisce ad un primo abbattimento delle tariffe Tari 2021 già effettuato dagli uffici comunali in sede di bollettazione a beneficio dei nuclei famigliari numerosi, quantificabile in oltre 106.000 euro.
 
Novità anche sul fronte dei buoni alimentari, con ulteriori 60.000 euro stanziati che saranno erogati, sotto forma di nuovi ticket per la spesa, prima delle festività natalizie: importante sottolineare come non sia necessario fare domanda o recarsi presso gli uffici comunali, poichè i buoni saranno consegnati, secondo le fasce già in precedenza determinate, a coloro che ne hanno usufruito nel periodo compreso tra dicembre 2020 e giugno 2021.

 
Lo stesso importo – 60.000 euro – riguarda infine anche il finanziamento integrativo stanziato dal Comune di Bellaria Igea Marina per il pagamento dei canoni di locazione. Contributi destinati ai conduttori per il pagamento dei canoni di locazione nel mercato privato, che si aggiungono alle somme già previste e liquidate sulla base della graduatoria definita tramite bando a livello distrettuale; somme che pertanto consentiranno lo “scorrimento” della graduatoria senza necessità, anche in questo caso, di procedere da parte degli utenti alla presentazione di una nuova domanda.

< Articolo precedente Articolo successivo >