Marted́ 07 Dicembre12:09:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, educativa di strada, rinnovato il progetto intercomunale dedicato ai giovani

L’assessore Rinaldi: ‘Coinvolti mediamente 40 ragazzi ogni anno, previsto l’intervento di quattro educatori’

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:39 - 08 Novembre 2021 Progetto di Educativa di strada a Santarcangelo Progetto di Educativa di strada a Santarcangelo.

Rinnovato nei giorni scorsi fino alla fine del 2022 il progetto intercomunale dell’Educativa di strada 2021, che interessa i Comuni di Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana. Il servizio, rivolto ad adolescenti e preadolescenti all’interno del territorio urbano, prevede la presenza di alcune équipe di educatori in strada, nei parchi, nelle piazze e in tutti i luoghi informali in cui i ragazzi si incontrano e trascorrono del tempo, crescendo e costruendosi una loro identità.

 

Obiettivi prioritari del progetto, attivo da diversi anni ma sospeso nel 2020 a causa della pandemia, sono la promozione del benessere e la prevenzione tra i giovani di età compresa fra i 12 e i 20 anni, attraverso il sostegno da parte degli educatori ai processi di responsabilizzazione e cittadinanza attiva, l’intervento su condizioni di disagio personale o diffuso, l’isolamento e l’integrazione dei giovani nel contesto sociale.

 

“I progetti di Educativa di strada portati avanti in passato – afferma l’assessore ai Servizi sociali Danilo Rinaldi – hanno permesso di affiancare ai ragazzi, mediamente 40 ogni anno, adulti competenti che offrono loro modelli e valori significativi con i quali potersi confrontare. La funzione dell’educatore infatti è quella di ascoltare, favorire la libera espressione e orientare gli adolescenti che frequentano luoghi meno convenzionali nelle scelte quotidiane legate all’amicizia, alla scuola e alla famiglia. Il progetto messo a punto dai Servizi sociali dall’Unione di Comuni Valmarecchia – conclude l’assessore Rinaldi – attraverso l’intervento di quattro educatori, permetterà quindi di continuare a promuovere il protagonismo giovanile e far conoscere ai ragazzi anche tutte le iniziative e le attività programmate nell’ambito delle politiche giovanili, come il progetto ‘T.anti corpi: assembramenti culturali e laboratori di comunità’ recentemente avviato a Santarcangelo”.

 

L’investimento di 26.000 euro per la bassa Valmarecchia – integrato dal supporto del Distretto socio-sanitario di Rimini Nord attraverso lo strumento dei Piani di zona – avrà una durata di otto mesi, fino al termine dell’anno scolastico. Gli educatori ruoteranno su quattro turni, variabili dalle 3 alle 3 ore e mezzo, nei territori di Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana. Due educatori sono ormai figure storiche per il servizio, hanno una buona conoscenza del territorio, sono conosciuti anche dai ragazzi e rappresentano un valido canale di comunicazione e scambio tra i giovani e le Amministrazioni comunali.
< Articolo precedente Articolo successivo >