Lunedý 06 Dicembre04:29:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavoratori in nero, sanzioni a ristorante e bar Rimini. Uno percepiva il reddito di cittadinanza

Per i datori di lavoro è prevista una maxi multa tra i 43mila e i 52mila euro

Cronaca Rimini | 11:17 - 08 Novembre 2021 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Due locali (un ristorante e un bar pasticceria) impiegavano lavoratori in nero. La situazione è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Rimini e dall'Ispettorato del Lavoro.
Un ristorante di Marina Centro, gestito da una cittadina cinese, aveva impiegato 6 persone. Per tre di queste non era stato comunicato l'inizio del rapporto di lavoro, mentre due erano irregolari. Per il locale è scattata la sospensione dell'attività.

Un bar-pasticceria di Cattolica aveva tre persone "in nero" e un irregolare su 12 lavoratori impiegati. Uno di loro percepiva anche 900 euro al mese di reddito di cittadinanza.
Anche per questo locale è stata applicata la sospensione dell'attività in quanto la manodopera irregolare è risultata superiore al 20%.

Per i datori di lavoro è prevista una maxi multa tra i 43mila e i 52mila euro se comprende anche l'impiego di percettori di reddito di cittadinanza.

"Lo sfruttamento della manodopera da parte di imprenditori senza scrupoli è una piaga da combattere senza sosta" si legge nella nota delle Fiamme Gialle "In tale contesto la Guardia di Finanza opera ogni giorno – anche in modo sinergico con le altre Amministrazioni pubbliche – tra cui l’Ispettorato Territoriale del Lavoro, per ripristinare le necessarie condizioni di giustizia e solidarietà tra Stato e cittadini."

< Articolo precedente Articolo successivo >