Mercoledý 01 Dicembre04:31:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Partite Iva e programma fatturazione elettronica: le ultime novità dal Governo

Le principali novità fiscali in arrivo per il 2022

Attualità Nazionale | 08:00 - 10 Novembre 2021 Fatturazione elettronica Fatturazione elettronica.

La fattura elettronica, già in vigore dal 2019, potrebbe diventare obbligatoria per tutti i professionisti con pochissime eccezioni. In parte questa volontà era già stata presentata dal Governo agli arbori di questa iniziativa nata per contrastare soprattutto l’evasione fiscale e, dunque, a ridosso della nuova Riforma Fiscale, saranno in molti ad aver bisogno di un buon programma per fatturazione elettronica.
 

A cosa servono i programmi per fatturazione elettronica?
 

Questi software aiutano i professionisti a gestire in modo migliore la contabilità, ad avere un diretto raccordo con il commercialista e a migliorare le proprie performance a partire dal bilancio. Ebbene a quasi tre anni dall’arrivo della fattura elettronica il perimetro di professionisti che dovranno utilizzarla si sta allargando. Finora alcuni soggetti specifici erano stati esonerati, tra cui anche i regimi forfettari.
 

Le principali novità fiscali in arrivo per il 2022
 

Con le nuove riforme fiscali dovrebbero giungere anche tante altre novità tra cui la Revisione del Catasto, la modifica degli scaglioni e delle aliquote IRPEF per migliorare equità e progressività delle tasse e l’eliminazione dell’IRAP. Inoltre, dovrebbero essere abolite le imposte minori come il superbollo e l’obbligo della fatturazione elettronica sarà esteso anche ad altri soggetti e i primi della lista sarebbero i contribuenti forfettari.
 

Il contrasto all’evasione fiscale
 

La finalità di questa riforma è quella di prevenire e contrastare l’evasione fiscale e, l’utilizzo di un programma fatturazione elettronica sembrerebbe essere tra gli strumenti più adeguati a tale scopo. Per questo anche gli 1,5 milioni di forfettari, le associazioni, le società sportive dilettantistiche e gli operatori sanitari saranno i prossimi a doversi conformare a questo obbligo.
 

I vantaggi della fatturazione elettronica
 

Si tratta di una misura molto importante per ridurre la forbice dei guadagni sommersi che mettono in crisi il gettito fiscale e che consentirebbe anche di poter mettere a bilancio migliori condizioni fiscali per tutti i cittadini. Difatti assieme all’estensione dell’obbligo di utilizzo di un programma per fatturazione elettronica sono previste delle agevolazioni fiscali e l’aumento della progressività delle imposte. Questo consentirebbe di dividere in scaglioni ridotti gli imponibili dei lavoratori autonomi, livellando meglio le tasse in base ai reali guadagni.
 

Maggiori benefici per tutti i contribuenti
 

Fino ad oggi la fatturazione elettronica ha agevolato il sistema contributivo non solo in termini di contrasto all’evasione. L’utilizzo di un programma fatturazione elettronica alleggerisce il carico di lavoro dei contribuenti, semplifica le operazioni di rendicontazione e consente di conservare in modo sicuro la documentazione.
 

Il percorso di digitalizzazione della burocrazia e della fiscalità
 

La sostituzione della fattura tradizionale con quella elettronica riduce notevolmente gli sprechi di carta e favorisce uno snellimento delle operazioni di controllo. Inoltre, i commercialisti possono contare su strumenti evoluti e semplificati che migliorano il rapporto con i propri clienti e quello degli stessi nei confronti della fiscalità.
 

Le notizie in circolazione non sono ancora confermate ma è chiaro che, come stabilito a Bruxelles, la contabilità di partite IVA e liberi professionisti verterà sempre più verso l’evoluzione digitale.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >