Domenica 05 Dicembre20:41:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cinque atlete riminesi arrivano al Pole Art Italy che si svolgerà a Torino

La gara si svolgerà nei giorni 5, 6 e 7 novembre

Sport Rimini | 10:44 - 04 Novembre 2021 Da sinistra: Claudia Dipilato e Giada Depaoli Da sinistra: Claudia Dipilato e Giada Depaoli.

Stanno finalmente riprendendo a pieno ritmo e in presenza le competizioni di pole dance. Per le atlete del riminese, già da domani c'è un appuntamento di rilevo internazionale: il Pole Art Italy di Torino il 5, 6 e 7 novembre. Si tratta di una delle gare più importanti a livello mondiale, con atleti provenienti da tutti i continenti. Per la riminese Claudia Dipilato (campionessa del mondo Posa 2019 Pole Sport master 40 e campionessa italiana nella medesima categoria dal 2018 al 2020, sempre per la federazione Posa) si tratta della prima gara di Pole Art alla quale partecipa in Italia. "In effetti ho partecipato a una sola gara di Pole Art in Grecia nel 2018 e l'ho vinta ma la mia carriera sportiva si è svolta sempre nel Pole Sport. – spiega la Dipilato. - Porterò in gara "Sully", la stessa performance che mi ha consentito di vincere il titolo italiano di Pole Sport nel 2020. L'ho eseguita solo in quell'occasione e non devo adattarla neanche tanto perché è una coreografia molto recitata". 

 
Al Pole Art Italy partecipa per la prima volta anche una delle insegnanti della palestra della Dipilato, la Rimini Pole Studio. Si tratta di un'altra riminese, Giada Depaoli, che gareggerà tra le Semi Pro Women International adattando la routine che presentò l'anno scorso agli Italiani di Pole Sport e che le consentì di arrivare ai piedi del podio: una coreografia sulla canzone "Poetica" di Cesare Cremonini. Nella stessa categoria c'è anche Serena Pavolucci, riminese ma insegnante della scuola riccionese Acropole Gym Studio. Anche lei riadatta il brano "L'Evoluzione della Specie" portato agli Italiani di Pole Sport dell'anno scorso dove vinse tra le Senior Amatori. Visto il numero delle partecipanti (quaranta da tutto il mondo), l'obiettivo delle due è arrivare alla finale di domenica.

 
E, a proposito di Acropole Gym Studio, non poteva mancare Mirella De Donato, l'insegnante riccionese che in tante gare di Pole Art ha concorso vincendo nella sua categoria l'Artistic Pole Ipsf e i World Sport Games in Catalogna nel 2019. L'esperta atleta della Perla Verde (che sul suo essere pole dancer ha scritto pure il libro "Cambio Vita: Faccio Pole Dance"), si presenta ai nastri di partenza della categoria Master 50 Elite con un nuovo brano: "Ho partecipato altre volte al Pole Art Italy e, sinceramente, pensavo di averne abbastanza ma ho troppa voglia di gareggiare – afferma Mirella. – Porto una nuova coreografia costruita sul brano"Recovery" di James Arthur, un pezzo molto danzato ma nato per il pole sport. Non punto al podio, dopo un anno di stop per il Covid voglio solo divertirmi".

 
Sempre dall'Acropole Gym Studio c'è anche la marignanese Chiara Lamponi che partecipa tra le "Novice", la categoria delle esordienti assolute. Interpreterà una canzone di Billie Eilish. "E' la sua prima gara di sempre e partecipa per fare esperienza" – dice Mirella De Donato che la segue in palestra.
 
 

< Articolo precedente Articolo successivo >