Marted́ 07 Dicembre22:03:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sant'Agata Feltria: oltre 150 stand e visitatori da tutto il mondo, si conclude la Fiera del Tartufo

Domenica 31 ottobre l'ultimo appuntamento con la kermesse

Eventi Sant' Agata Feltria | 15:08 - 29 Ottobre 2021 Tartufi bianchi alla fiera di Sant'Agata Feltria Tartufi bianchi alla fiera di Sant'Agata Feltria.


Dopo un poker di giornate straordinarie, con un pubblico d’eccezione, domenica 31 ottobre è in programma a Sant’Agata Feltria la quinta ed ultima domenica della Fiera Nazionale del Tartufo bianco pregiato. Giunta alla XXXVII edizione, quella santagatese è una tra degli appuntamenti d’autunno più importanti e più frequentati del settore nell’intero panorama nazionale. Oltre 150 gli stand provenienti da diverse regioni d’Italia presenti in fiera, sempre più curati e capaci di regalare emozioni. L'ingresso è solo con green pass. 

“La qualità ma soprattutto la quantità del bianco pregiato in queste settimane è migliorata tanto. A Sant’Agata Feltria si può trovare prodotto uniforme, dal colore giallo e dall’aspetto rotondeggiante. Il prezzo? Tutti gli appassionati si aspettano che la fioritura’ tardiva porti dell’oro dei boschi il più vicino possibile alle possibilità economiche di tanti", spiegano gli organizzatori. 

ECOMUSEO DEL TARTUFO A Sant’Agata Feltria, il prezioso tubero viene presentato in una cornice che esalta tutto il suo inestimabile valore, ma anche in qualità di simbolo di una storia di rapporti tra uomo, natura e tradizione, in un contesto naturale dove tartufo bianco pregiato e ambiente camminano insieme, e in maniera inseparabile. Proprio per raccontare questa “unione”, è nato pochi mesi fa l’Ecomuseo del Tartufo, che fa il suo esordio alla Fiera. Il museo propone con immagini e oggetti la conoscenza del tartufo anzitutto nel suo ciclo biologico, ma anche nella tradizione della ‘cerca’ e dell’utilizzo nella gastronomia. Un filmato interamente girato nei luoghi di Sant’Agata Feltria mostra le vere e proprie tartufaie naturali cioè l’ecosistema dove il tartufo bianco pregiato vegeta e cresce. Attraverso video, voci narranti e touch-screen viene approfondito ogni tema del mondo complesso del tartufo.

VISITE DA TUTTO IL MONDO Nelle domeniche precedenti sono stati molti i visitatori provenienti da altre province e da altre regioni d’Italia, oltre ad una numerosa presenza di visitatori provenienti dall'estero, in particolare Germania e Russia, Francia e Svizzera, “segno che la Fiera ha davvero varcato i confini. - fa notare il vice presidente Pro Poco, Andrea Rinaldi - Inoltre, è aumentata considerevolmente la presenza di giovani in Fiera, un segmento in notevole crescita rispetto a qualche stagione fa”.

Tra le diverse proposte della Fiera, si segnala Wine 2021, che propone “Cultura e piacere del vino”, nelle suggestive vie del borgo. C’è pure la possibilità di vedere dal vivo “Artigiani al lavoro”, mentre la Piazzetta Bio è la Piazzetta dei prodotti biologici naturali e delle erbe.

“Le richieste di informazioni e le prenotazioni da parte di camperisti di tutta Italia sono moltissime. – fa notare Stefano Lidoni, presidente della Pro Loco che organizza l’evento – Anche i ristoranti della zona si stanno avviando verso il tutto esaurito”. a gastronomia di qualità è comunque garantita dal “Capannone dei Ristoranti”, aperto tutte le domeniche di Fiera dalle ore 11:00 alle 17:00. I ristoratori sono: Villa Labor (Montecopiolo), Spiga d’Oro (Ponte Santa Maria Maddalena - Novafeltria), Il Palazzo (Palazzo - Sant’Agata Feltria), Sottobosco (Badia Tedalda).

La visita al paese è anche l’occasione per ammirare gli antichi monumenti di alto valore architettonico: il Teatro Angelo Mariani, Rocca Fregoso (ora trasformata nella Rocca delle Fiabe, una spettacolare e multimediale esposizione a tema), il Convento di San Girolamo, le fontane d’arte.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >