Domenica 28 Novembre15:26:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Giovanni, ultimati i lavori proposti dalla cittadinanza con il bilancio partecipativo

Risorse extra hanno permesso di realizzare anche uno dei progetti esclusi, ma molto votato dai giovani

Attualità San Giovanni in Marignano | 14:00 - 28 Ottobre 2021 L'assessore Malpassi presso l’attrezzo per workout, progetto vincitore della frazione Pianventena L'assessore Malpassi presso l’attrezzo per workout, progetto vincitore della frazione Pianventena.


A San Giovanni in Marignano sono terminati i lavori per la realizzazione degli interventi del Bilancio Partecipativo, con qualche rallentamento dovuto all'emergenza Covid. A dicembre 2019 si era aperta la fase di presentazione delle proposte: 14 i progetti arrivati, che, dopo la valutazione dell’Ufficio Tecnico, sono stati ridotti a 11. Il criterio della selezione è legato alla fattibilità dell'intervento ed alla rispondenza della spesa disponibile (12.500 € per ambito).

A novembre 2020 si è aperta la fase di voto che è stata realizzata prevedendo anche la sperimentazione di strumenti online, come video di presentazione del progetto realizzati dai proponenti nonché slides e grafiche dedicate ed infine un questionario google per permettere la fase di voto.

Questo ha avuto come esito un maggiore coinvolgimento di cittadini rispetto alle passate edizioni: in tutto infatti sono stati totalizzati, nella fase di voto delle proposte, 531 voti, di cui 522 online.

La proposta vincitrice del capoluogo ha totalizzato 199 voti, quella di Santa Maria 153, quella di Pianventena 89 e quella di Montalbano 88.

Sono ora conclusi tutti gli acquisti e fruibili tutte le opere che hanno riguardato l’acquisto e posa degli arredi esterni per il nido Pollicino (Capoluogo) e per la scuola materna Girotondo (Montalbano), dell'attrezzo per workout presso il parco di via Asti (Pianventena), nonché la progettazione ed installazione dell’illuminazione della via Gambadoro (Santa Maria in Pietrafitta).

Dopo la fase di voto, sono stati analizzati tutti i questionari, nonché le proposte, anche quelle non scelte, e si è visto con particolare interesse che un progetto era stato particolarmente votato dalla popolazione giovanile: per questo, avendo a disposizione alcune risorse aggiuntive, si è scelto di dare avvio anche alla sistemazione del campetto di via Andruccioli (Santa Maria): l’intervento ha riguardato in particolare il rifacimento del manto e l’installazione delle porte. Anche questo intervento è concluso ed il campo è di conseguenza fruibile.

Tutti i proponenti sono stati particolarmente soddisfatti degli esiti e dell’intero percorso, durante il quale sono stati continuamente aggiornati dall’assessore al bilancio Elisa Malpassi che ha seguito tutto l’iter. In particolare Francesca Bacchiocchi, che ha presentato il progetto per il capoluogo sottolinea come sia stata “contenta del risultato, ma anche di partecipare al percorso, occasione di confronto e collaborazione con  l’amministrazione” tanto che “valuterà di avanzare proposte anche per le prossime edizioni”. Odoardo Gessi per Santa Maria ha apprezzato l’esito del progetto, così come Silvia Napolitano per Montalbano che ha valorizzato il riscontro anche da parte delle maestre che possono ora contare su “un giardino più colorato che rende i bambini ancora più felici”; Alex Bruscaglia, proponente per Pianventena sottolinea “l’emozione di vedere giocare nello stesso parco genitori e figli e di poter disporre di un attrezzo tecnologico e strutturato per il fitness che, insieme al rinnovo dei giochi, ha cambiato l’immagine del parco di via Asti”.

Infine Arcangela Ricco, proponente per il campetto, ha sottolineato come "la realizzazione dell’intervento sul campetto in via Andruccioli sia stata una sorpresa ed abbia significato soprattutto dar voce ai ragazzi”.

Elisa Malpassi, assessore al bilancio, che ha seguito il processo in tutte le sue fasi sottolinea come “l’amministrazione comunale sia arrivata con orgoglio a questo risultato: il bilancio partecipativo è da sempre uno strumento di conoscenza reciproca tra amministrazione e cittadinanza. Il bilancio partecipativo è uno strumento che permette di comprendere al meglio quali sono le esigenze e le istanze più sentite del territorio, e al contempo di fare partecipare attivamente i cittadini alla vita della comunità, inserendoli in un percorso di condivisione di idee e confronto che può portare ad esiti sorprendenti".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >