Lunedý 29 Novembre16:21:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Comune di Riccione affida gratuitamente l'ex stabile Tucker ad associazione culturale

Sarà la nuova sede dell'associazione SCultura, nata 4 anni fa

Attualità Riccione | 13:29 - 26 Ottobre 2021 Il taglio del nastro Il taglio del nastro.


L’associazione SCultura di Riccione, nata quattro anni fa da un gruppo di artisti del territorio,  guidati dallo scultore riccionese Anselmo Giardini, ha una nuova sede legale e operativa all’interno dell’ immobile dell’ex azienda Tucker. L'associazione opera per la promozione,  la pratica, la diffusione e valorizzazione di attività culturali legate al mondo dell’arte e in particolare al mondo della scultura.

Ieri mattina (lunedì 25 ottobre) sono state consegnate le chiavi del nuovo spazio che si trova nella zona artigianale di Riccione in via del Commercio, situato al primo piano dell’edificio messo a disposizione dall’amministrazione all’associazione artistica- culturale, dove dal mese di novembre sarà possibile per i soci continuare le loro attività di scultura e, per chi lo desidera, imparare a scolpire la terra creta. Il contratto di comodato gratuito tra Comune di Riccione e Tribunale di Rimini con cui l’immobile confiscato negli anni scorsi è stato affidato al Comune, prevede la facoltà di destinare una parte, in subcomodato, alla realizzazione di laboratori di artigianato artistico. Una prerogativa richiesta dall’amministrazione a suo tempo per dare risposte alle realtà artistiche locali. “Siamo molto soddisfatti - commenta Consuelo Casadei, presidente Associazione SCultura - perchè finalmente abbiamo uno spazio adeguato e rappresentativo, dove poter realizzare le nostre opere, accogliere nuovi appassionati di scultura e svolgere la nostra attività culturale e artistica.  Ringrazio l’amministrazione per la disponibilità e il dialogo intercorsi fin da subito, questo ci consentirà di portare avanti progetti specifici come corsi e laboratori eventi espositivi"

“Con la riconversione dell’immobile ex Tucker la cultura e il sociale si intrecciano in questo caso in una esperienza virtuosa - afferma la vice sindaco e assessore Servizi alla Persona Laura Galli-. Da un lato restituiamo patrimoni illeciti alla comunità, dall’altro mettiamo a disposizione nuovi locali per un’associazione di artisti che nutre l’interesse di operare per il proprio territorio e che ha preso parte attivamente ad un’iniziativa di successo come la rassegna estiva Estate dell’arte. La riqualificazione dell’ex Tucher, del resto, è partita negli anni scorsi con l’ingresso dell’Emporio Solidale nell’ottica  di una metamorfosi radicale dello stabile e della sua destinazione”.


 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >