Domenica 05 Dicembre07:04:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Operato al cuore nel grembo della mamma, salvo il piccolo Niccolò

La famiglia del piccolo vive a Rimini

Cronaca Rimini | 13:35 - 23 Ottobre 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Hanno inserito un ago nella pancia della mamma al settimo mese di gravidanza, così da giungere al cuore del feto e 'riparare' - attraverso l'uso di un catetere a palloncino di poco più di 3 millimetri - un restringimento della valvola aortica che metteva a rischio la sua sopravvivenza. Protagonisti dell'intervento, uno tra i primi di questo genere in Italia, i medici dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna.

A darne notizia è "Il Resto del Carlino": la gestazione, dopo l'intervento, è proseguita e, lo scorso 23 settembre ,è venuto al mondo il piccolo, Nicolò, che vive a Rimini con i genitori e due sorelle di 6 e 2 anni.

Nel dettaglio, racconta al quotidiano bolognese Andrea Donti, direttore della Cardiologia pediatrica e dell'età evolutiva del Sant'Orsola, "il bimbo aveva la parte sinistra del cuore dilatata a causa della stenosi aortica, un restringimento importante che ha causato la disfunzione e la dilatazione del ventricolo sinistro. Davanti a un quadro di questo tipo, il feto rischia di morire nell'utero per uno scompenso cardiaco, oppure si può bloccare la crescita del ventricolo sinistro e dopo il parto il neonato deve essere sottoposto a interventi ancora più complessi. Quindi, abbiamo discusso con la madre l'ipotesi dell'operazione in utero". Cosa poi avvenuta nonostante questo tipo di procedura, è stato spiegato dal medico "abbia un alto rischio di mortalità che va dal 10 fino al 30% circa". Una volta anestetizzato il bimbo, ha raccontato ancora Donti, "siamo entrati nel restringimento dell'aorta dove si posiziona il catetere, con un palloncino, nel nostro caso di 3,5 millimetri, gonfiato nella valvola per allargarla. In un anno - conclude - eseguiamo procedure interventistiche di vario tipo su circa 50 neonati e 300 persone di ogni età, ma è la prima volta su un feto". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >