Domenica 28 Novembre01:19:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: Simoncini, memoria storica del Murata: 'Il primo successo ci deve dare lo slancio'

Il dirigente: 'Contro la Libertas squadra compatta e con l'atteggiamento giusto', E ricorda i fasti del passato

Sport Repubblica San Marino | 10:51 - 22 Ottobre 2021 Fulvio Simoncini, storico dirigente del Murata Fulvio Simoncini, storico dirigente del Murata.

Fulvio Simoncini, lei è il dirigente con più lunga milizia nel Murata, almeno trenta anni. Nell’ultimo turno avete battuto la Libertas 1-0: è la prima vittoria in campionato. Come ha visto la squadra?

“Abbiamo fatto dei progressi sul piano del gioco e soprattutto dell’atteggiamento. Ho visto i ragazzi più determinati, con maggiore cattiveria agonistica, c’era la fame giusta – dice Simoncini, 58 anni, ora segretario del club, già consigliere e per molti anni accompagnatore - Contro un avversario di qualità siamo stati compatti e abbiamo sbagliato poco; anche il modulo diverso, con tre giocatori in fase offensiva a disturbare la ripartenza della squadra avversaria, si è rivelata la scelta giusta”.

Siete a quota 4 punti in classifica, avete messo tre squadre alle spalle. Contento del rendimento?

“Abbiamo subito affrontato le tre big (Tre Fiori, La Fiorita e e Tre Penne) e la difficoltà del calendario ha acuito quelle legate al rinnovamento della rosa e dunque la ricerca dell’affiatamento. La strada sfortunatamente si è messa in salita: abbiamo subito tre sconfitte che hanno influito sul morale della squadra anche se in Coppa Titano siamo riusciti a battere la Virtus. Contro il Fiorentino avremmo meritato la vittoria, purtroppo abbiamo sprecato troppo sotto rete. Ora dobbiamo dare continuità e recuperare quei due punti persi. Il top sarebbe collezionarne almeno quattro nelle prossime due partite contro Cosmos (domenica alle ore 15 ad Acquaviva) e il Cailungo ancora al palo per risalire così in posizioni più in linea con le attese della vigilia, ma so che non sarà affatto facile perché i risultati ci dicono che regna un grande equilibrio. Tra l’altro non saremo al meglio tra acciacchi e squalifiche”.

In mezzo alle due sfide di campionato c’è il ritorno di Coppa Titano.

“Teniamo a fare bene anche in Coppa, il primo obiettivo è superare il turno. Abbiamo vinto 2-1, la qualificazione è aperta anche perché la Virtus è una formazione di qualità”.

Sarà un caso ma le vittorie in Coppa e contro la Libertas sono arrivate con la squadra ad indossare la divisa di colore azzurro.

“L’abbiamo notato un po’ tutti tanto che i più scaramantici hanno chiesto di vestire sempre questa maglia. Cercheremo di sfruttarla di più, ma a regolamento è l’arbitro che decide”.

Fulvio Simoncini, lei ha vissuto la stagione d’oro del Murata con due preliminari di Champions e uno di Coppa Uefa.

“In Uefa contro l’Apoel Nicosia perdemmo 3-1 in trasferta e fummo la prima squadra sammarinese a fare gol lontano da San Marino. Il Murata fu anche il primo club del Titano a partecipare alla Champions: lo stesso Protti andò a bersaglio in casa contro il Tempere (1-2). Allora il Murata aveva uno squadrone e tra gli altri militavano  il Condor Agostini in attacco e Scalabrelli in porta e c’era anche il nostro team manager Nicola Albani, una delle bandiere del calcio sammarinese”.

< Articolo precedente Articolo successivo >