Giovedý 02 Dicembre20:39:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A inizio '900 ospitò una principessa a cena, ristorante Adriatico di Viserbella è bottega storica

Il particolare aneddoto legato al locale, ultimo iscritto all'elenco istituito nel 2009 dal comune di Rimini

Attualità Rimini | 13:10 - 18 Ottobre 2021 Ristorante Adriatico 2.0 Ristorante Adriatico 2.0.


Si allunga l’elenco delle attività che entrano a far parte dell’Albo delle Botteghe Storiche del Comune di Rimini, strumento che consente di dare risalto e sostenere le imprese da più tempo radicate nel territorio e che consente di usufruire delle agevolazioni previste dalla no-tax area. L’ultima attività in ordine di tempo a vedersi riconosciuto lo status di “Bottega Storica” è il Ristorante Adriatico 2.0, sul lungomare di Viserbella.

Il piccolo ristorante su viale Porto Palos ha una lunga storia alle spalle, ancora precedente alla seconda guerra mondiale. Nel mezzo del locale è allestita una plancia che racconta ai clienti un episodio curioso di ‘gossip’ di inizi Novecento, quando ancora dalla porta si vedevano solo dune e mare. La storia è quella di una principessa di Sassonia arrivata a Viserbella per una vacanza riservata con il giovane marito, un pianista toscano, sollevando non pochi pettegolezzi per quell’epoca. Una vicenda testimoniata anche da una cartolina d’epoca e oggi tramandata ai clienti che si siedono ai tavoli del ristorante di via Porto Palos.

Con il Ristorante Adriatico 2.0 sono arrivate a quota 54 in tutto le iscrizioni delle attività nell’Albo delle Botteghe Storiche, istituito nel Comune di Rimini dall’agosto 2009 in seguito all’approvazione della legge sulla “Promozione e valorizzazione delle botteghe storiche”.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >