Lunedý 06 Dicembre03:27:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Borgo San Donnino-Rimini 0-1. Gaburro: 'Il risultato inganna, prova di grande intensità mentale'

Il tecnico: 'Abbiamo avuto tante occasioni, Marietta straordinario. Gabbianelli si è anche sacrificato in fase difensiva'

Sport Rimini | 19:34 - 24 Ottobre 2021 Marco Gaburro (foto Venturini) Marco Gaburro (foto Venturini).

Per il Rimini a Fidenza è la sesta vittoria di fila che tuttavia in virtù del colpaccio del Lentigione a Forlì non permette ai biancorossi di allungare il passo in classifica. Il vantaggio resta di +3.

“Non guardo la classifica, siamo solo ad ottobre. Ora prendiamo più margine possibile sulle avversari per affrontare i primi scontri diretti e poi tireremo le prime somme” dice Gaburro.

Il tecnico biancorosso analizza così la gara: “E’ stata una vittoria importante contro un avversario che si è dimostrato organizzato come sapevamo e di valore pur avendo l’obiettivo della salvezza. Si è giocato su un campo molto bello e ne è uscita una piacevole partita. Il risultato inganna un po’ perché abbiamo avuto almeno cinque occasioni per chiudere il match ma non le abbiamo sfruttate vuoi per imprecisione, un pizzico di stanchezza per le tre partite in una settimana o per sfortuna e le parate del loro portiere e quindi la partita è rimasta aperta fino alla fine come quella contro il Real Forte Querceta. Per fortuna il nostro portiere Marietta è stato strepitoso a neutralizzare una doppia conclusione ravvicinata. Comunque stiamo facendo qualcosa di straordinario, la cosa importante è che stiamo trovando la continuità mentale che poi fa la differenza per arrivare davanti. La prova è stata di grande intensità mentale ed è stata accompagnata da giocate importanti”.

Gabbianelli ancora a segno, è al sesto gol..

“Ha fatto una bella rete, ne ha sbagliate altre tre pagando un tributo alla stanchezza: può sbagliare anche lui. Comunque ha giocato una partita ottima anche in fase difensiva. Ha marcato il loro play negli ultimi minuti E’ un giocatore che si applica e si sacrifica e gioca per la squadra e questo vale per tutti: il Rimini gioca di squadra e sta crescendo anche sotto il profilo mentale mantenendo imbattuta la porta”.

Come sta Tanasa ?

“Ha subito un colpo in fronte e ha il labbro spaccato. Purtroppo nelle ultime due, tre partite ho dovuto effettuare cambi nel primo tempo per colpi subiti dai miei giocatori: gli arbitri lasciano andare entrate ruvide e non va bene: quando c’è da ammonire si deve ammonire. Non si può andare avanti in questo modo. Nella fattispecie il centrocampo si è disposto ottimante con Tonelli e Greselin che si è abbassato. Loro sono partiti forte, ma noi siamo stati solidi e quadrati e non abbiamo concesso nulla trovando poi continuità di manovra e finendo in crescendo la prima frazione. Poi abbiamo giocato un gran secondo tempo, purtroppo non è arrivata la rete del raddoppio".

< Articolo precedente Articolo successivo >