Domenica 05 Dicembre06:29:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sant'Agata Feltria, verso il tutto esaurito la terza domenica della fiera del Tartufo

Soddisfatto il presidente pro loco Stefano Lidoni: "Tantissime richieste di informazioni, anche dall'estero"

Eventi Sant' Agata Feltria | 16:42 - 15 Ottobre 2021 Tartufi vincitori del concorso 2020 Tartufi vincitori del concorso 2020.


Prosegue a Sant’Agata Feltria la XXXVII edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato, uno degli appuntamenti d’autunno più importanti e più frequentati del settore nell’intero panorama nazionale.

L’ottimismo degli esperti per la qualità e anche per la quantità del prezioso “Oro dei Boschi”, sembra ben riposto. Le piogge di inizio ottobre dovrebbero cominciare a regalare buoni frutti, e Sant’Agata Feltria si conferma una delle più vocate in assoluto d’Italia del bianco pregiato (che a tutt’oggi, e per fortuna, non è ancora riproducibile chimicamente).

In ogni caso, il prezioso tubero è garantito dalla presenza di 8 stand, in rappresentanza di zone diverse d’Italia ma tutte ad alta vocazione, dove la raccolta è anche partita prima rispetto a S. Agata Feltria e alla Valmarecchia.

Il bianco pregiato quest’anno è di qualità e di quantità, cosicché è possibile rinvenirlo in Fiera con costi per tutte le tasche. Si va da 1.500 a 2.800 euro al kg.

PREMIO MIGLIOR TARTUFO POSTICIPATO Domenica 17 ottobre, è il terzo appuntamento con la Fiera. Tradizionalmente è la domenica in cui viene assegnato il Premio “per il miglior tartufo” presente in Fiera. Una giuria di super esperti giudica la miglior “pallina”: aspetto, peso, conformazione, profumo alcuni degli aspetti che i giudici valutano per eleggere il “miglior tartufo” in Fiera. Considerato l’andamento meteorologico, l’arrivo più tardivo del prezioso tubero rispetto alle passate stagioni e il fatto che quest’anno le domeniche di Fiera sono cinque, gli organizzatori hanno deciso di spostare il Premio “Miglior Tartufo” alla quarta domenica, domenica 24 ottobre, così da avere una maggiore scelta.

“Se le previsioni meteo si riveleranno azzeccate, domenica è facile prevedere il tutto esaurito. – è la previsione del presidente Pro Loco, Stefano Lidoni – Le richieste di informazioni sono tantissime, le prenotazioni nei ristoranti del territorio vanno verso il sold out, tutto fa sperare in un’altra bella domenica di festa”.

Tante anche le richieste dall’estero. Sono già comparsi nel borgo dell’Alta Valmarecchia pullman dalla Francia, dalla Germania e dalla Svizzera. Domenica scorsa in Fiera era presente una coppia di giovani giapponesi: in vacanza a Colonia, in Germania, hanno affittato una vettura per raggiungere S. Agata, e sono rimasti estasiati dall’atmosfera. “Wonderful!” il loro ripetuto commento.
Sempre domenica, erano presenti in Fiera due numerose famiglie di finlandesi che hanno acquistato numerosi prodotti alimentari e di artigianato.  Tante anche richieste di informazioni da parte di camperisti di tutta Italia.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >