Luned́ 29 Novembre02:50:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, piazza Cavour gremita per la protesta dei "no Green Pass"

Matteo Angelini, consigliere comunale del Movimento 3V: "Misura fascista, Stato venduto al Dio vaccino"

Attualità Rimini | 12:38 - 15 Ottobre 2021 Corteo dei manifestanti (dalla pagina Facebook del consigliere comunale Tre V, Matteo Angelini) Corteo dei manifestanti (dalla pagina Facebook del consigliere comunale Tre V, Matteo Angelini).


Anche a Rimini si è tenuta una manifestazione di protesta contro l'obbligatorietà del Green Pass nei luoghi di lavoro. La manifestazione, organizzata dalla locale sezione del Movimento 3V,  è iniziata alle 10 di questa mattina (venerdì 15 ottobre), giorno in cui è appunto entrato in vigore l'obbligo. Piazza Cavour, davanti al Municipio, gremita di partecipanti, con cartelli e bandiere. Matteo Angelini del Movimento 3V, eletto in consiglio comunale e applauditissimo dalla folla, ha ringraziato le forze dell'ordine presenti e rimarcato il tenore pacifico della protesta. Ha argomentato, riferendosi anche ai fatti di Roma dei giorni scorsi: "ci tengo più che mai a portare avanti un discorso di chiarezza, di trasparenza, e soprattutto di civiltà. Io rigetto categoricamente ogni forma di violenza. Ci dissociamo categoricamente da ogni azione di questo tipo - ha proseguito - compresi gli atti vandalici che si stanno verificando sul nostro territorio. Quando noi abbiamo qualcosa da dire prendiamo una piazza dove ancora vive e resiste un po' di democrazia e veniamo a manifestare qui il nostro dissenso in modo pacifico e civile".

Ma sul Green Pass e il governo Draghi sono volate parole di fuoco: "Il Green Pass è una misura fascista, l'imposizione è vero squadrismo", mentre lo Stato è accusato di essersi venduto "al Dio vaccino". Dopo gli interventi di tutti i relatori, il corteo è partito, percorrendo il Corso d'Augusto, con fermata finale in Prefettura. Non sono stati segnalati disordini.

< Articolo precedente Articolo successivo >