Giovedý 28 Ottobre22:59:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini celebra San Gaudenzo, il vescovo: "Insieme, per contribuire alla crescita della città"

La festa di San Gaudenzo segna l’inizio ufficiale del nuovo anno pastorale

Attualità Rimini | 17:59 - 14 Ottobre 2021 Il vescovo Francesco Lambiasi Il vescovo Francesco Lambiasi.


Giovedì 14 ottobre si festeggia la solennità del patrono della città di Rimini  e della diocesi.

La festa di San Gaudenzo segna inoltre l’inizio ufficiale del nuovo anno pastorale, ed è anche l’occasione in cui la Chiesa riminese rinnova l’espressione del suo affetto al suo Vescovo, mons. Francesco Lambiasi, che festeggia il 50esimo anniversario di ordinazione sacerdotale (25 settembre 1971-2021). "50 anni di cui gli ultimi 15 spesi con amore di padre a servizio della nostra Chiesa Diocesana. - ha detto durante la Celebrazione Eucaristica il Vicario generale, don Maurizio Fabbri - Un legame che si è rafforzato in questi anni con i sacerdoti, i diaconi, i consacrati, le aggregazioni laicali e tanti laici, giovani e anziani,: tutti ne abbiamo apprezzato la cordialità, lo stile fraterno, la capacità di ascolto, la tenerezza , la sapienza teologica, la pazienza nell’affronto anche di prove e difficoltà che non sono mancate. Ma come dice nella sua Lettera: non sono stati un mezzo secolo di bella vita, ma di una vita semplicemente bella. Nonostante limiti e fragilità, colpi e contraccolpi, ansie e angosce, slanci e rovesci, sono e rimango fortemente stupito , perché, ad oggi, il saldo della partita doppia dell’attivo e passivo, nel bilancio di questa mia povera vita , mi risulta alla fine sorprendentemente positivo"-

La solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Francesco, celebrata in Basilica Cattedrale alle ore 17.30, ha segnato anche l'apertura diocesana del cammino del Sinodo della Chiesa Universale che si svolgerà da ora fino a Ottobre 2023 sul tema: “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”. Come indicato da Papa Francesco, domenica 17 Ottobre il cammino sinodale si aprirà in tutte le Diocesi.

Il percorso diocesano non vuol essere un “bla bla bla” accademico e neppure si tratta di elaborare un ulteriore documento, ma un processo di ascolto, confronto, discernimento e deliberazione che attivi la vita delle Comunità parrocchiali, degli Istituti religiosi, delle aggregazioni laicali, uffici pastorali, per scoprire ciò che lo Spirito dice alla Chiesa al fine di essere in grado di annunciare il Vangelo in questo tempo. Dunque, non un peso in più ma una opportunità per acquisire uno stile nuovo di Chiesa: camminare insieme, ascolto della gente e dello Spirito, ansia apostolica di annuncio del Vangelo.

Nella sua omelia il vescovo Lambiasi ha sottolineato: "Insieme, per contribuire alla crescita di una città che sia più umana, più abitabile, più respirabile, più vivibile. Che sia più accogliente e ospitale. Noi cristiani non possiamo, non vogliano essere, non siamo indifferenti al bene comune della nostra città".

 


 
< Articolo precedente Articolo successivo >