Mercoledý 27 Ottobre07:23:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sindaco di Rimini: "segnali di ripartenza post crisi. Noi ci siamo, ma serve meno burocrazia"

Partite Iva e lavoratori indipendenti, l'analisi del primo cittadino Sadegholvaad: "facilitare anche l'accesso al credito per le imprese"

Attualità Rimini | 13:57 - 11 Ottobre 2021 Jamil Sadegholvaad Jamil Sadegholvaad.


Una riflessione sul lavoro è il tema della prima nota stampa firmata dal neo sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad. Il primo cittadino cita lo studio della Cgia di Mestre sulle conseguenze economiche della pandemia sul mondo dei lavoratori indipendenti e delle partite Iva. Da febbraio 2020 ad agosto 2021 il numero dei lavoratori indipendenti è sceso dal 5,8%, colpa del confinamento, delle chiusure e del crollo dei consumi delle famiglie, ma anche, evidenzia Sadegholvaad, di problemi "endemici del nostro sistema, quali la burocrazia e la mancanza di credito"

Ci sono però segnali di ripresa, specie nel territorio riminese: il sindaco sottolinea che piccole e medie imprese hanno retto meglio l'ondata d'urto della crisi post Covid, rispetto ad altre realtà:  "I dati pubblicati da Infocamere per il secondo semestre del 2021 indicano infatti come il nostro tessuto imprenditoriale sia tutt’altro che fermo: crescono le imprese registrate e le imprese attive, così come aumentano le iscrizioni (+1,63%) con un saldo positivo di 311 attività, tra i più alti in regione".   

Il sindaco parla dunque di un trend positivo e sollecita il governo a superare la logica dei soli ristori e a intervenire "sui freni strutturali che rallentano la ripresa", incentivando l'accesso al credito, con misure fiscali e di protezione del reddito per le partite Iva.  Servono uno snellimento della burocrazia e una maggior digitalizzazione delle pratiche. Per il resto l'amministrazione comunale di Rimini, sottolinea il sindaco, è pronta a fare la sua parte: "da tempo il Comune di Rimini ha proposto la no tax area, un pacchetto di misure a sostegno del commercio che sarà rinnovato e irrobustito". Sadegholvaad esorta quindi il governo "a programmare e costruire il futuro per lo sviluppo della nostra economia”.  

ric.gia.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >