Giovedý 21 Ottobre13:46:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Da metà ottobre ripartono i lavori al Parco del Mare di Rimini

Interessati i tratti tra i piazzali Kennedy e Benedetto Croce

Attualità Rimini | 13:20 - 08 Ottobre 2021 Parco del Mare Parco del Mare.


Da metà ottobre partiranno i lavori per i tratti 2 e 3 del Parco del Mare a Rimini Sud. Si tratta degli stralci piazzale Kennedy-piazzale Marvelli e piazzale Marvelli-piazzale Benedetto Croce. L'annuncio arriva dal neo sindaco Jamil Sadegholvaad, che spiega: "la nuova giunta e il nuovo consiglio comunale si metteranno subito all’opera per dare seguito alla progettualità del Parco del Mare sud, che vedrà i privati al fianco della pubblica amministrazione nel ridisegno del nuovo frontemare". L'obiettivo è "dare maggiori opportunità di sviluppo e lavoro agli operatori", nonché "aumentare le dotazioni della città". Gli operatori economici hanno infatti presentato manifestazioni di interesse per l'attuazione di interventi di riqualificazione all'interno del progetto avviato dall'amministrazione comunale. Ai lavori pubblici si affiancheranno quindi quelli degli operatori privati che dovranno seguire, per ciò che concerne gli arredi, le linee guida definite dalle deliberazioni del consiglio comunale, coerenti con quelle redatte dallo studio Miralles Tagliabue per il Parco del Mare.  Tra gli operatori economici, una decina quelli che in particolare si sono adoperati per la realizzazione di parcheggi interrati: i primi, già finanziati, nei piazzali Fellini e Marvelli. 

Alcune aree utilizzate dai proponenti le manifestazioni di interesse (come ad esempio i parcheggi a servizio delle strutture ricettive)  sono oggetto  di concessioni di suolo pubblico che oggi risultano in scadenza e non rinnovate, perché rientranti nel perimetro di attuazione del progetto generale di riqualificazione del lungomare.  

Così da Palazzo Garampi precisano che, in attesa delle deliberazioni del consiglio comunale sugli interventi privati, è stato stabilito che le occupazioni di suolo pubblico di soggetti privati che hanno concluso o sono in procinto di concludere gli accordi ex art.18 LR 20/2000 con l’amministrazione Comunale, potranno essere rinnovate annualmente fino a quando non sarà portato a termine l’accordo di programma e stipulato l’atto relativo alla costituzione del diritto di superficie. Dall’altro lato, per garantire la realizzazione del progetto di opera pubblica nel caso in cui il privato non proceda alla sottoscrizione dell’atto relativo al diritto di superficie, l’amministrazione richiederà garanzie da consegnare al rilascio della concessione riferite al valore delle opere pubbliche da dover in caso realizzare per completare l’intervento. 

Il percorso avviato, evidenzia il primo cittadino, è così "accompagnato  dal nuovo atto d'indirizzo dei parcheggi e della sosta a servizio dell'intera zona turistica, da Torre Pedrera a Miramare, uno dei primi atti della nuova amministrazione, che servirà a unire in maniera coerente manifestazioni d'interesse dei privati e la programmazione pubblica"


 

< Articolo precedente Articolo successivo >