Domenica 17 Ottobre22:20:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Forlì - Rimini 0-1. Mister Gaburro: 'Tappa importante per diventare una squadra vincente'

'Complimenti a Lo Duca: abbiamo segnato dopo aver rischiato di subirlo. Ottima la fase difensiva'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 19:23 - 06 Ottobre 2021 Gaburro (foto Venturini) Gaburro (foto Venturini).

Il Rimini espugna il Morgagni di misura (0-1) e balza in vetta alla classifica seppure in coabitazione di Mezzolara ed Aglianese. La partita è stata equilibrata e il Rimini l’ha portata dalla sua parte con una prova da squadra solida; ha creato più dell’avversario,  mostrandosi squadra più fisica si è difesa con ordine e ha saputo soffrire all’inizio e alla fine del match.

Il tecnico del Rimini Marco Gaburro commenta: “E’ stata una partita molto tirata, difficile come ci aspettavamo, contro un avversario che era imbattuto e che aveva preso un solo gol. Sapevamo che bisognava dimostrarsi solidi e portare la partita al secondo tempo, ci abbiamo messo un po’ a capire il match e l’inerzia del primo tempo poteva portare il Rimini a subire gol, poi siamo riusciti a rompere il gioco del Forlì e a ripartire nei momenti in cui loro non erano schierati. Nel secondo tempo li abbiamo allungati di più cercando qualche palla dietro la loro linea difensiva – è il tecnico a parlare - Abbiamo segnato in una situazione molto limite: potevamo forse prenderlo perché eravamo su una palla inattiva e ci siamo trovati dietro in inferiorità numerica. Siamo stati bravi nella situazione, ci siamo presi un rischio e facciamo i complimenti a Lo Duca per quella giocata importante perché era il momento in cui gli avversari erano meno assestati e si potevano colpire. Abbiamo sfruttato al meglio la situazione. E visto che tutta la partita è vissuta molto sulle seconde palle, a quel punto l’abbiamo messa anche noi sulla seconda palla e trovarsi la nostra difesa schierata ha messo in difficoltà il Forlì. Quando poi ci siamo messi a cinque non sono mai entrati in area. E questo ci dà forza, perché ci sono campi in cui devi fare questo tipo di gioco, dove devi adattarti alla situazione e portare a casa il massimo e questo è il caso di oggi. E’ una tappa importante per diventare una squadra vincente”.

Quattro punti in due trasferte..

“Se metti sulla bilancia il pareggio di Bagnolo e la vittoria di oggi ci stanno quattro punti.  Oggi i tre punti sono arrivati contro una squadra con colpi e un tasso tecnico sicuramente superiore alla Bagnolese, e questo dà autostima importante al gruppo. Il Forlì ha tirato 11 corner, ma oggi abbiamo difeso bene e, non era così scontato visto che recentemente avevamo preso due gol. Siamo stati reattivi soprattutto su quelle del secondo tempo”.

QUI FORLI’ Mister Giovanni Cornacchini mastica amaro. “Il Forlì ha giocato una gara contro un avversario forte, la partita l’abbiamo fatta noi però abbiamo perso pagando a carso prezzo un episodio in cui ci ha girato male. Avremmo dovuto sfruttare meglio i calci piazzati. Noi evanescenti? Non mi pare che il Rimini abbia fatto di più, anzi. Almeno io l’ho vista così, ma siccome abbiamo perso dobbiamo stare zitti. Comunque non ci resta che lavorare per crescere soprattutto in zona gol. Oggi ho visto una squadra che ha creato qualche difficoltà al Rimini, contro una squadra che ha segnato dieci gol abbiamo concesso poco a parte il contropiede del secondo tempo oltre alla rete partita in cui abbiamo probabilmente letto male la situazione: avremmo potuto segnare noi e invece il gol l’abbiamo preso”.

 Lei ha visto all’opera Aglianese e Carpi. Un giudizio?

“Carpi e Aglianese hanno qualità, soprattutto la seconda mi ha fatto una grande impressione. E’ un campionato equilibrato, anche il Rimini è forte e anche il Forlì può dire la sua”.

ste.fe.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >