Sabato 23 Ottobre22:25:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

PEC email: quando si utilizza una email certificata

La posta elettronica certificata, contiene dei speciali protocolli di sicurezza

Attualità Nazionale | 08:02 - 07 Ottobre 2021 Posta elettronica certificata Posta elettronica certificata.

La PEC è un indirizzo di posta elettronica che permette di inviare email con valore legale, quindi è possibile trasmettere dei messaggi certificati simili a una raccomandata con ricevuta di ritorno. 
 

Si tratta a tutti gli effetti di un servizio email che permette di confermare l’invio di una email e la sua ricezione nella casella di posta del destinatario. Questo processo di conferma dà valore legale alla posta elettronica e garantisce la certezza del contenuto, che non può essere modificato. La posta elettronica certificata, infatti, contiene dei speciali protocolli di sicurezza che evitano tutte le eventuali modifiche dei messaggi o degli allegati.
 

Ma quando bisogna inviare una PEC e come attivare una pec email? Quali sono i costi e gli utilizzi possibili della posta certificata? Otterrai tutte le risposte continuando a leggere l’articolo.
 

Quando usare la PEC e quali sono i vantaggi
 

La comunicazione cartacea tra aziende, fornitori, clienti e Pubblica Amministrazione può essere eliminata grazie all’utilizzo della posta elettronica certificata. Anche i privati possono mandare la documentazione presso gli uffici pubblici mediante la casella PEC e avere la certezza che il documento sia arrivato a destinazione.
 

Il valore legale della posta elettronica certificata è definito dal DPR n.68 dell’11 febbraio 2005.
 

L’utilizzo della PEC è ampio e si applica in tanti ambiti differenti. Ecco alcuni esempi: 

Invio di documenti a Enti Pubblici;

Trasmissione di documenti per gare di appalto;

Invio di contratti e buste paghe ai dipendenti;

Convocazione di assemblee;

Disdette di contratti e polizze;

Inoltro di circolari ufficiali.

Vantaggi della PEC email

Una PEC email si usa come una qualsiasi casella di posta elettronica, con la differenza che questa può garantire una maggiore sicurezza perché si basa su trasferimenti di dati crittografati e numerosi protocolli, tra cui:

HTTPs

POP3s

SMTPs

IMAPs.
 

Ogni singolo messaggio inviato deve essere conservato, per legge, per 30 mesi negli archivi del provider che offre il servizio e può essere ritrovato facilmente all’interno della propria casella PEC
 

Come ottenere un indirizzo PEC e quanto costa
 

Tutti possono utilizzare una PEC email, senza nessun limite per la sua creazione o obblighi da rispettare. Online ci sono numerosi provider che offrono servizi PEC e per creare un indirizzo personale è necessario registrare un nuovo dominio con il proprio nome, seguire i passaggi del provider e convalidare l’email.
 

Ogni provider offre dei pacchetti differenti gratuiti o a pagamento, caratterizzati da uno spazio di archiviazione che generalmente va da 1 GB fino a 20 GB. All’interno dei pacchetti sono previsti anche i protocolli antispam, malware e così via.
 

Il costo delle offerte PEC email a pagamento varia dalla tipologia di servizio offerto dal provider e in base alle proprie esigenze. Anche la presenza o meno di un dominio da associare a una PEC può cambiare il costo finale. Generalmente, il prezzo per una PEC parte dai 5 euro + IVA all’anno fino ai 30 euro + IVA.
 

La maggior parte dei provider offrono dei pacchetti di base gratuiti o con un periodo di prova gratuito che dura solitamente 3 mesi.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >