Domenica 24 Ottobre09:41:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sul riminese attesa forte fase di maltempo: temporali, mareggiate e venti di burrasca

L'analisi di Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna

Attualità Rimini | 13:54 - 06 Ottobre 2021 Foto Stiv Gentili Foto Stiv Gentili.

di Federico Antonioli (Centro Meteo Emilia Romagna)

Il territorio riminese si appresta a vivere una nuova fase di spiccata instabilità, a partire dalla serata di oggi, mercoledì 6 e per l’intera giornata di giovedì 7 ottobre. Ci attendono 36-48 ore complesse dal punto di vista meteorologico.

Nello specifico, dopo una discreta variabilità diurna, si prevede un netto peggioramento dalle ore serali e notturne verso giovedì, quando registreremo piogge da sparse a diffuse, anche di moderata-forte intensità e che potrebbero risultare a carattere temporalesco in prossimità della costa nelle prime fasi di instabilità.

Le precipitazioni risulteranno presenti sul territorio riminese non solo tra notte e mattina ma anche tra pomeriggio e sera, in questa fase più intense nell’entroterra, dove sono attesi gli accumuli più consistenti; in ogni caso anche le zone di pianura e costa potranno beneficiare di piogge più che discrete. Qualche modello simula valori attorno a 25-30 mm per costa e pianura e fino a 50-70 mm sulle 24 di giovedì per l’entroterra. Chiaramente sono valori indicativi, in caso di temporali i quantitativi puntuali potranno risultare più elevati.

Inoltre protagonista sarà il vento, in rotazione già dal pomeriggio dai quadranti settentrionali e in marcato rinforzo da nord-est tra la serata e la notte. Le raffiche più intense potrebbero raggiungere anche 80-90 km\h lungo la costa, con la ventilazione che risulterà di burrasca e persistente anche nel corso di giovedì, quando i rinforzi si faranno sentire anche nell’entroterra e sull’Appennino, dove sono previsti picchi di raffica prossimi ai 100 km\h. Da qui la raccomandazione a mettere al riparo tutto ciò che potrebbe subire danno.

Il moto ondoso sarà in contestuale aumento, con mare fino ad agitato al largo ed onda massima attorno a 3,5 metri.

Il nostro litorale vivrà quindi la prima mareggiata significativa dell’autunno: dopo 2-3 giorni di ventilazione dai quadranti meridionali, con già il mare che si presenta alto anche con scarsa onda, la forte Bora persistente favorirà probabilmente un evento costiero rilevante.

C’è anche da dire che il coefficiente di marea risulta alto, quindi l’alta marea sarà più pronunciata rispetto al medio mare, inoltre il transito della bassa pressione nel corso di giovedì favorirà un ulteriore sovralzo.

I due picchi di alta marea sono attesi per le 11\11:30 e per le 23:50. Specialmente il primo potrà risultare particolarmente problematico per la nostra costa. Tenuto conto dell’assenza delle difese invernali, ritengo il tratto costiero emiliano-romagnolo, quindi anche il riminese specie nei tratti di spiaggia più corti, piuttosto esposto alla criticità.

Per la giornata di giovedì è stata emessa un’allerta meteo, arancione e gialla sul territorio riminese, per vento, criticità idraulica e idrogeologica, temporali, stato del mare e mareggiate.

Qui le previsioni dettagliate per Rimini

Tutti gli aggiornamenti, con un formato innovativo, son disponibili su  www.centrometeoemiliaromagna.com
Segui Centro Meteo Emilia Romagna su Facebook e Instagram
Iscriviti al canale Telegram



 

< Articolo precedente Articolo successivo >