Giovedý 21 Ottobre00:14:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, per l'inverno confermato ampliamento dei locali su area pubblica

La giunta comunale ha confermato la misura a sostegno di bar e ristoranti

Attualità Riccione | 15:28 - 05 Ottobre 2021 Riccione, per l'inverno confermato ampliamento dei locali su area pubblica


Via libera al Riccione Winter anche per la prossima stagione autunno - inverno. La giunta comunale ha confermato la misura a sostegno dei pubblici esercizi di somministrazione, quali bar e ristoranti, con la possibilità di ampliare o concedere nuovi spazi su area pubblica, "così da massimizzare sia la potenziale offerta del servizio, che consentire di osservare le disposizioni in materia di distanziamento sociale previste dalla normativa vigente", spiega l'amministrazione comunale.  

Alla versione estiva del progetto avevano aderito 100 pubblici esercizi, 20 del demanio. "Un ottimo riscontro", osserva l'amministrazione comunale, che aggiunge: "due progetti lanciati per promuovere e favorire l’offerta turistica durante il Covid sull’intero territorio comunale compresa l’area demaniale". All’interno di Riccione Winter è infatti inserita la manifestazione Riccione Mare d’Inverno, rivolta ai pubblici esercizi e agli stabilimenti balneari che si trovano sul demanio: "In questo modo è stata data, e lo è tuttora, la possibilità in ogni periodo dell’anno di ampliare e diversificare la propria attività sia sul territorio comunale che in area demaniale". Ad esempio, con Riccione Square Estate 2021 i bar ristoranti di spiaggia, per garantire il distanziamento sociale in rispetto della normativa anti Covid, hanno potuto ampliare, in collaborazione con i bagnini, l’area di posa tavoli e sedie; con Riccione Winter avranno la possibilità di montare strutture amovibili riscaldate (cupole) per diversificare la propria offerta durante i mesi invernali.

L’amministrazione ha deciso quindi di concedere e confermare ai titolari di pubblici esercizi di somministrazione, ampliamenti di superficie anche di suolo pubblico, in deroga al limite espresso nella licenza o nel provvedimento di concessione demaniale, su un’area attigua a quella concessa abitualmente.  Ai titolari di pubblici esercizi di somministrazione è consentita inoltre la posa temporanea di tavolini, sedute, ombrelloni, pedane, tettoie aperte o paraventi facilmente smontabili e amovibili. Tutte queste attività saranno esonerate fino al 31 dicembre 2021 del pagamento del Canone Unico Patrimoniale (che ha sostituito Tosap e Cosap dall’aprile 2021).

PER I PUBBLICI ESERCIZI NON SUL DEMANIO Per aderire serve una manifestazione di volontà da trasmettere via pec all’ufficio competente, attraverso il modello di autocertificazione predisposto dall’ufficio Suap con allegato un disegno planimetrico in forma semplice con indicazione del periodo di occupazione temporanea fino al 31 dicembre 2021 e per un periodo non superiore a 180 giorni a partire dal 1° gennaio 2022, purchè sia soddisfatto il rispetto delle norme contenute nel Codice della Strada, il rispetto delle norme in materia di tutela dei diritti dei portatori di handicap e il rispetto dell’accesso agli ingressi delle abitazioni, agli ingressi degli esercizi commerciali e delle vetrine di altre attività e in modo da lasciare sempre lo spazio per il transito dei pedoni.

PER I PUBBLICI ESERCIZI SUL DEMANIO E STABILIMENTI BALNEARI Si richiede partecipazione all’avviso pubblico denominato “Riccione Mare d’Inverno 2021-2022”, mediante manifestazione di interesse secondo i criteri stabiliti dal bando, purchè siano rispettate le norme del codice della navigazione e quelle in materia di tutela dei diritti dei portatori di handicap. 
Al termine della manifestazione Riccione Winter tutte le attrezzature e strutture amovibili dovranno essere rimosse. Le procedure saranno semplificate e veloci per i pubblici esercizi nella presentazione della domanda: trascorsi 5 giorni infatti la domanda risulterà accolta automaticamente, mentre in caso contrario si avrà risposta di diniego dagli uffici competenti.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >