Giovedý 21 Ottobre00:09:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli, l'opposizione in consiglio comunale con Ferri e tre giovani

Sono stati eletti Luca Sartini, Francesca Arcangeli e Alessio Zanchini

Attualità Pennabilli | 10:22 - 05 Ottobre 2021 Cristina Ferri e Luca Sartini, due dei consiglieri eletti per Orizzonte Comune Cristina Ferri e Luca Sartini, due dei consiglieri eletti per Orizzonte Comune.


A Pennabilli è tempo di bilanci per la futura opposizione. In consiglio comunale, per Orizzonte Comune, entrano il candidato sindaco Cristina Ferri e tre giovani consiglieri: il 25enne Luca Sartini, che ha ottenuto 112 preferenze, la 36enne Francesca Arcangeli (64) e il 29enne Alessio Zanchini (55). Cristina Ferri guarda al bicchiere mezzo pieno: il suo gruppo è partito praticamente da zero, con tante persone nuove per la politica, che ora sono pronte a fare un'opposizione costruttiva: "Noi abbiamo comunque creduto nella vittoria, abbiamo creduto e crediamo ancora nel progetto - spiega Cristina Ferri - e il progetto è creare un gruppo di giovani che possa lavorare per il futuro di Pennabilli, una lista alternativa a quella del sindaco Giannini".  La campagna elettorale, per Orizzonte Comune, è stata più che soddisfacente: "L'entusiasmo intorno alla nostra lista  è cresciuto, lo abbiamo toccato con mano negli incontri. E ora faremo un'opposizione solida, con un gruppo di giovani"

Sugli equilibri elettorali ha inciso fortemente il voto delle periferie. Lo evidenziano sia Ferri che Sartini, il 25enne che Orizzonte Comune candidava come vicesindaco. "La periferia è quella più attenta ai lavori, agli interventi di manutenzione che sono stati fatti con i fondi arrivati da provincia e regione. Noi abbiamo un territorio molto vasto, molto disperso. Non è facile raggiungere le persone e chi ha lavorato cinque anni in comune è riuscito a raggiungere meglio le periferie. Avevamo poco tempo per costruire un consenso", spiega Ferri. "Le frazioni sono state la forza trainante dell'amministrazione Giannini", aggiunge Sartini, che individua le priorità dell'amministrazione: "La scuola. Le rette mensiili che pagano le famiglie sono veramente troppo alte. Noi avevamo individuato delle soluzioni per abbassare i costi. E poi i trasporti scolastici, a nostro avviso andavano ripristinati in maniera gratuita, soprattutto per chi vive nelle frazioni". Sul voto, Sartini riconosce: "Non eravamo i favoriti, lo sapevamo, ma ci aspettavamo però di aspettare a un risultato migliore". C'è voglia comunque di ripartire e di migliorarsi: "Il risultato elettorale non va ad intaccare la solidità del gruppo e delle idee che porteremo come opposizione. Cercheremo con il nostro lavoro di convincere la gente".  

LE PREFERENZE PER GLI ALTRI CANDIDATI 

Orazietti Angela 48
Piccinini Antonio 34
Pinna Barbara 30
Scarpetti Lucia 28
Pula Andrea 17
Crociati Giancarlo 11

ric. gia. 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >