Mercoledý 20 Ottobre18:26:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Apre a Rimini prima ambasciata delle città dei vini d'Europa

Obiettivi, promozione del territorio e formazione dei giovani

Attualità Rimini | 17:45 - 30 Settembre 2021 Ambrasciata dei vibni d'Europa a Rimini Ambrasciata dei vibni d'Europa a Rimini.

Da meno di un mese ha aperto a Rimini la prima Ambasciata delle Città del vino d'Europa, un progetto che racconta la tradizione vinicola dai Colli riminesi alla Valle del Rubicone e che ha l'ambizioso obiettivo di avvicinare i giovani al mondo dell'enologia attraverso progetti formativi.  Il 4 settembre è arrivata a Rimini una commissione europea composta da membri sia nazionali che esteri per verificare lo stato di fatto dell'ambasciata e l'ha riconosciuta ufficialmente. "Rimini ha un primato", ha detto l''ambasciatore' Alfredo Monterumisi: "A Rimini è nata la prima ambasciata delle Città del vino d'Europa che sarà un modello per altre realtà". Monterumisi, referente del progetto, ha insegnato Gestione e sviluppo dei servizi Turistici al campus locale dell'Università di Bologna ed ha dato vita ad alcune associazioni di promozione turistica enogastronomica.

Nelle sale dell'ambasciata, oggetti di antiquariato e strumenti antichi raccontano la tradizione vinicola locale. L'ufficio vuole promuovere il territorio attraverso iniziative come la mostra 'Brindare con gli occhi' allestita presso il Museo della Città in collaborazione con l'Accademia di Belle arti di Rimini e che sarà aperta ancora per poco, fino al 3 ottobre. "Ai Colli di Rimini terminava la prima parte dell'impero" romano, ricorda Monterumisi dalle sale della mostra. "I romani hanno bonificato tutto" e da lì "non è nata solo la Romagna, ma tutta la regione e anche la Val Padana che è una delle valli più importanti, sotto l'aspetto produttivo, d'Europa".

< Articolo precedente Articolo successivo >