Giovedý 21 Ottobre13:13:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Una panchina arcobaleno per la città di Rimini, per sostenere la lotta all'omo-transfobia

L'iniziativa di Rimini Coraggiosa in occasione della visita per la campagna elettorale del deputato Alessandro Zan

Attualità Rimini | 15:24 - 28 Settembre 2021 La panchina arcobaleno La panchina arcobaleno.


Una panchina arcobaleno per Rimini, un simbolo per la lotta all'omo-transfobia. L'iniziativa è della lista Rimini Coraggiosa, in occasione della visita di Alessandro Zan ed Elly Schlein per la campagna elettorale. Tra i candidati di Rimini Coraggiosa c'è Marco Tonti, fondatore e presidente di Arcigay Rimini, militante Lgbt in prima linea da anni e organizzatore del Summerpride. "Come Rimini Coraggiosa, lista progressista nella coalizione di centrosinistra, riteniamo sia arrivato il momento anche per Rimini di fare questo passaggio e di dire lucidamente, come ha fatto Ursula Von Der Leyen in Europa, che Rimini è una LGBT Freedom Zone con gli impegni concreti che ne conseguono", spiega una nota. L'appello al candidato sindaco del centrosinistra Jamil Sadegholvaad (sostenuto dalla lista) è che si impegni, in caso di elezione, "a portare Rimini pienamente tra le città più avanzate del mondo, con la giusta aspirazione di essere una città europea, meta di turismo internazionale e luogo di benessere per tutte e tutti"

La panchina – donata da Coop134 grazie ad Alfio Fiori e Armando Berlini – è stata recuperata, riutilizzata e realizzata grazie al lavoro manuale di appartenenti a Rimini Coraggiosa e Arcigay Rimini, e al contributo di Stefano Mazzotti del bagno 27. Ora è stata collocata in piazzale Kennedy, ma finché non avrà un posto definitivo, potrà essere adottata dalle realtà locali. Prossimamente sarà collocata al bagno 27 e poi in viale Matteotti nel ristorante "GraDella". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >