Mercoledý 27 Ottobre22:57:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Autovelox, anziana non paga 28 centesimi per errore. Arriva una maxi multa

Farà ricorso al giudice di pace per non pagare 524,76 euro di cartella esattoriale

Attualità Rimini | 19:14 - 28 Settembre 2021 L'autovelox di via Settembrini L'autovelox di via Settembrini.


Dimentica di pagare 28 centesimi su un verbale di 171,28 euro e riceve una cartella esattoriale da 524,76 euro. E' quanto capitato a una settantenne residente fuori provincia, "pizzicata" il 10 luglio del 2016 dall'autovelox di via Settembrini, in zona ospedale a Rimini. Un eccesso di burocrazia che costringerà la donna a ricorrere al giudice di pace, per evitare di dover pagare l'ingente somma, a causa di una piccola dimenticanza. La sanzione di 171,28 euro era stata notificata alla donna pochi giorni dopo la violazione, il 27 luglio del 2016. Lei aveva provveduto a saldare il giorno dopo, presso un tabaccaio, giovandosi della scontistica prevista per i pagamenti avvenuti entro cinque giorni dalla notifica. Ma dimenticando, per errore, 28 centesimi, saldando così 171 euro. 

Cinque anni dopo, alla signora è giunta la maxi cartella esattoriale da 524,76 euro. In pratica la sanzione raddoppiata, a causa del decorso del tempo dal 60esimo giorno di notifica della sanzione stessa (in pratica c'è una maggiorazione del 10% ogni sei mesi), più le spese della cartella esattoriale (al totale è stato sottratto quanto pagato, cioé i 171 euro). Totale, 524,76 euro. L'anziana ha deciso così di fare ricorso al giudice di pace per fare valere la propria buona fede: l'omissione dei 28 centesimi è stata un errore, ribadisce. 



 

< Articolo precedente Articolo successivo >