Mercoledý 20 Ottobre19:20:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Come minare Ethereum ed altre criptovalute

Dopo il famoso Bitcoin sono state create moltissime altre monete digitali dello stesso tipo

Attualità Nazionale | 07:45 - 25 Settembre 2021 Come minare Ethereum ed altre criptovalute

Le criptovalute, nate da ormai più di 10 anni, sono riuscite a guadagnarsi un ruolo di rilevanza così alto nell'attenzione pubblica da aver creato un vero e proprio nuovo genere di mercato. Di conseguenza, dopo il famoso Bitcoin (ovvero la primissima criptovaluta che è stata proposta sul mercato internazionale) sono state create moltissime altre monete digitali dello stesso tipo, come l'Ethereum. Ognuna di queste criptomonete ha delle peculiarità che la rendono unica rispetto alle altre, ma tutte utilizzano lo stesso principio fondamentale per potersi distinguere dalle normali valute convenzionali: non sono collegate a nessuna banca internazionale.
 

Questa particolarità apparentemente semplice nasconde il motivo del successo delle criptovalute, poiché permette loro di presentare variazioni enormi sul proprio prezzo di mercato in pochi giorni o addirittura in poche ore. Una delle valute digitali di questo genere che sta spopolando nell'ultimo periodo è l'Ethereum, ovvero una moneta elettronica che è stata sviluppata per sfruttare la classica tecnologia blockchain tipica delle criptovalute, con l'integrazione del sistema proof at stake, che serve a testimoniare il possesso effettivo della moneta da parte del suo proprietario.
 

Il ruolo del mining nel mercato delle criptovalute
 

Siccome le criptovalute non sono collegate a nessuna banca centrale ma sfruttano comunque un sistema criptato in forma digitale per poter funzionare, la loro moltiplicazione di unità sul mercato dipende dalla pratica del mining. Con questo termine, infatti, si intende la "creazione" di criptovalute attraverso l'utilizzo di un sistema hardware privato, come un computer o anche uno smartphone.
 

Data la necessità di hardware avanzato e di molta potenza di calcolo di dati nel processo in questione, le aziende che producono queste valute permettono di poter praticare mining ai propri utenti direttamente con i propri dispositivi. Di conseguenza, chiunque fosse interessato a possedere una percentuale di valute criptate digitali di qualsiasi tipo può decidere di produrle da sé, senza doverle necessariamente acquistare dal mercato in borsa. Ciò rappresenta un'ottima opportunità di guadagno per tutti coloro che posseggono sistemi hardware all'avanguardia (come per le schede video Nvidia Geforce o sistemi operativi di ultima generazione).
 

I migliori sistemi per minare Ethereum
 

Essendo l'Ethereum una delle criptovalute più interessanti dell'ultimo periodo, gli investitori cercano spesso nuove opportunità per poterne accumulare nel proprio portafogli digitale. Qualora si decidesse di reperire monete Ethereum tramite il mining, bisognerebbe cercare il miglior sistema di mining per questa moneta in particolare.
 

I sistemi in questione permette di minare Ethereum in maniera completamente passiva, utilizzando la potenza di calcolo dei propri dispositivi per poter produrre la moneta. Ci sono alcuni sistemi che hanno l'obiettivo di unificare il network d'utenza del mining a livello globale, per cui la spartizione dell'Ethereum tra il miner (ovvero l'utente che utilizza il mining) ed il fornitore del servizio è garantita ad una percentuale equa e conveniente.
 

Bisogna precisare che una volta ottenuta una percentuale di Ethereum, bisogna poi venderla sul mercato per poterne trarre un profitto tangibile. Di conseguenza il valore degli Ethereum che vengono minati dipende direttamente dall'andamento della borsa internazionale, per cui il prezzo della criptovaluta subisce delle variazioni nel tempo che modificano continuamente il suo valore reale alla vendita. Per poter ottenere un guadagno reale sulla compravendita di Ethereum, bisogna attendere che il prezzo di mercato della moneta salga in maniera rilevante, per poi piazzare un ordine di vendita: per fare ciò bisogna affidarsi ai siti di crypto-currency exchange presenti sulla rete (come Binance o Coinbase), ma alcuni sistemi di mining offrono ai propri utenti anche l'opportunità di poter rivendere le criptomonete precedentemente minate.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >