Giovedý 28 Ottobre08:16:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Svetlana Zakharova omaggia Francesca da Rimini alla Sagra Malatestiana

Sabato 25 ore 21 al Teatro Galli "Amore" serata di balletto realizzata in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini

Eventi Rimini | 11:25 - 23 Settembre 2021 Un momento dello spettacolo - foto Roberto Ricci Un momento dello spettacolo - foto Roberto Ricci.

La star internazionale della danza Svetlana Zakharova è la protagonista dell'omaggio a Dante della Sagra Musicale Malatestiana. La figura di Francesca da Rimini, un mito universale, rivive al Teatro Galli grazie all'étoile che sabato 25 settembre – ore 21 - presenta "Amore", emozionante serata di balletto proposta in collaborazione con il progetto del Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini e con il patrocinio di "Dante 2021", Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte del poeta. 

Sono figure di donna, declinazioni diverse d'amore con le quali l'étoile di due palcoscenici – il Bol'soj e la Scala – già all'apice come interprete classica, sceglie di confrontarsi con il linguaggio contemporaneo. "Continuo ad adorare i balletti classici, che vorrei danzare sempre e il più a lungo possibile – dice Svetlana Zakharova - La mia voglia di cambiare invece riguarda le creazioni contemporanea: sono per me come vestiti, ne vorrei provare sempre di nuovi".  

Affiancata da Mikhail Lobukhin, Artemy Belyakov, Denis Savin e i Solisti del Balletto Bol'šoj di Mosca, Svetlana Zakharova aprirà la serata al Teatro Galli con Francesca da Rimini, balletto creato dal coreografo Jurij Possokhov e ispirato al V canto dell'Inferno. La coreografia è una parabola dell'infelice destino della fanciulla, rapita d'amore per il coetaneo Paolo Malatesta e destinata a soccombere insieme a lui per mano del consorte. 
A seguire il duo Come un Respiro creato da Mario Bigonzetti su musiche di Georg Friederich Händel, Variations on an Anatolian folksong, coreografia di Artemy Belyakov e un cavallo di battaglia della celebre danzatrice: La morte del cigno pezzo celeberrimo di Mikhail Fokine su musica di Camille Saint-Saens. 

Sigla la serata la firma della coreografa irlandese Marguerite Donlon che affida a Svetlana Zakharova uno dei suoi cavalli di battaglia, Strokes Through The Tail, composto sulle note della Sinfonia in sol minore di Mozart e condotto con uno sguardo ironico per ragazzi in tutù bianco e torso nudo a comporre uno stuolo di cigni paradossali.  

Per l'étoile si tratta di un ritorno al Galli, dopo le emozioni regalate al pubblico riminese nel dicembre 2018 insieme al violinista Vadim Repin con lo spettacolo Pas de Deux for Toes and Fingers, tra gli eventi di punta che hanno segnato l'inaugurazione del Teatro della città.  

< Articolo precedente Articolo successivo >