Marted́ 19 Ottobre12:38:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oltre 60 serate di spettacolo, riparte la stagione di Prosa nei teatri di Rimini

Teatro Galli e Teatro degli Atti pronti ad ospitare nomi importanti, progetti locali e danza

Eventi Rimini | 12:16 - 22 Settembre 2021 Arte balletto - ph Viola Berlanda Arte balletto - ph Viola Berlanda.

Con 36 titoli in cartellone e più di 60 serate di spettacolo, la nuova Stagione di Prosa è pronta per ritrovare il suo pubblico con un ricco programma di proposte che porteranno a Rimini molti nomi di rilievo della letteratura e drammaturgia classica e contemporanea, affidati all'interpretazione di artisti affermati e di talento, e alle compagnie che si sono distinte e fatte apprezzare per l'originalità e la sperimentazione dei loro lavori.

L'edizione 2021/2022 della Stagione, che abbandona la classica suddivisione in sezioni nominate per turno o suddivise per tipologia, si presenta con un ampio palinsesto di spettacoli – dalla prosa all'operetta, dalla danza al monologo d'autore, dal comico al contemporaneo – che si articola nei due teatri con un calendario che spesso prevede la doppia recita o più rappresentazioni, per consentire la massima opportunità di partecipazione degli spettatori.

Accanto ai recuperi degli spettacoli cancellati nella precedente Stagione per l'emergenza sanitaria, il cartellone prevede diversi titoli inediti per Rimini, con artisti e compagnie che per la prima volta si esibiscono nei teatri della città. Tante e diverse proposte nel segno della qualità artisticaper una stagione di prosa che dopo la lunga e sofferta chiusura legata alla pandemia, vuole offrire alla città e ai suoi spettatori più affezionati, non solo uno spaccato dei lavori più interessanti e riusciti di teatro e di danza, ma anche un luogo dove tornare a ritrovarsi per condividere l'emozione di assistere ad uno spettacolo dal vivo.

Alcuni protagonisti del cartellone 

Sonia Bergamasco con Vinicio Marchioni, Federico Buffa, César Brie, Arturo Brachetti, Ascanio Celestini, Arturo Cirillo, Lella Costa, Simone Cristicchi, Emma Dante, Filippo Dini, Oscar De Summa, Paola Gassman con Ugo Pagliai, Elio Germano con Theo Teardo, Annamaria Guarnieri e Giulia Lazzarini, Sebastiano Lo Monaco, Glauco Mauri con Roberto Sturno, Maria Amelia Monti, i Motus, Paolo Nani, Silvio Orlando, sono solamente alcuni dei protagonisti che calcheranno il palcoscenico del Teatro Galli e del Teatro degli Atti, con spettacoli molto attesi nei teatri italiani dalle Stagioni precedenti, cancellate dalla pandemia, oppure con allestimenti inediti. A ispirare le opere rappresentate sono alcuni fra i maestri della letteratura di ogni tempo, Dante, Jane Austen, Natalia Ginzburg e Pirandello, Edward Albee e Roman Gary, ma anche sceneggiatori cinematografici come Andrew Bowell o Steven Knight, e drammaturghi affermati come Enrico Casagrande e Daniela Nicolò (Motus), Enrico Castellani e Valeria Raimondi (Babilonia Teatri).

Qui tutto il programma 


Il progetto grafico 

Nasce dalla suggestione per un episodio di cronaca locale l'immagine grafica della stagione 2021 / 2022: durante il lockdown imposto per combattere la pandemia, un capriolo trova riparo nell'area dell'aeroporto di Rimini. La ripresa delle attività impone, per ragioni di sicurezza, di farlo uscire, arrivando per questo a ipotizzare di abbatterlo. Nel tempo sospeso del confinamento, la natura ha invaso un luogo prettamente "umano" e, come in una favola contemporanea, non possiamo che rimanere in attesa e con la speranza del lieto fine: i caprioli sarebbero due, uno è ora finalmente in salvo? Una componente fantastica che ha fatto irruzione nella realtà, così come la magia del Teatro è in grado di stupirci e portarci, anche se solo per un istante, "altrove". Il capriolo immaginato all'interno del Galli diventa così simbolo della fantasia e della fascinazione che il teatro custodisce, l'elemento onirico che vogliamo ritrovare, per tornare a sognare in una normalità passo a passo da riconquistare. A firmare il progetto Damir Jellici, grafico e illustratore di sede a Verona, insieme alla collega Veronica Simionato.

Prevendite

Il teatro dunque riparte, pur dovendo ancora far fronte ai limiti imposti dalle normative in vigore per il contenimento della diffusione del Covid. Normative che come noto impongono il distanziamento interpersonale e una riduzione della capienza degli spazi che, così come avviene per gran parte dei teatri italiani, non consente al momento di riavviare la campagna di abbonamento a posto fisso. La Direzione del Teatro non esclude però la possibilità in un secondo momento di promuovere nuove formule, come carnet di biglietti o mini abbonamenti, anche alla luce delle evoluzioni normative in materia di capienza degli spazi teatrali e nella speranza di  un progressivo miglioramento della situazione sanitaria nazionale.

La prevendita per i singoli biglietti degli spettacoli in cartellone a novembre e dicembre partirà a metà ottobre, proprio per poter tener conto di nuovi decreti e ordinanze in merito alla capienza dei luoghi della cultura all'esame in questi giorni.

Al via invece domenica 26 settembre dalle 10 la prevendita per gli spettacoli di ottobre, Stal Mami (Città Teatro) e Paradiso XXXIII, sia alla biglietteria del Teatro Galli  sia on line sul sito www.teatrogalli.it.

< Articolo precedente Articolo successivo >