Marted́ 07 Dicembre01:13:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, un inizio stagione con i fiocchi: la semina del mercato dà subito frutti

I biancorossi partono con il piede giusto e hanno un organico ricco di alternative

Sport Rimini | 09:46 - 17 Ottobre 2021 Altri momenti di Sammaurese Rimini catturati dall'obiettivo del fotografo Davide Venturini Altri momenti di Sammaurese Rimini catturati dall'obiettivo del fotografo Davide Venturini.


In questi casi, anche per scaramanzia, si consiglia all'ambiente di "tenere i piedi per terra". Il Rimini però, dopo sei giornate, vola in vetta alla classifica del girone D di Serie D con il bottino quasi pieno: 16 punti su 18 a disposizione. E al di là dell'esiguo vantaggio sull'inseguitore diretto Lentigione, sono le prestazioni sul campo a dare fiducia. In casa la squadra è un rullo compressore: 11 gol fatti in tre partite e zero subiti. In trasferta la Gaburro's band ha strappato sei punti nei due derby romagnoli contro Forlì e Sammaurese, subendo un solo gol su rigore e concedendo pochissimo ai due avversari. 

Si chiama programmazione, purtroppo sconosciuta negli ultimi anni in casa Rimini. Il nuovo ds Maniero ha iniziato ad allacciare rapporti la scorsa primavera. Ha allestito una rosa ricca e completa, senza lacune, lavorando con cura alle caselle under. Il sacrificio di Scotti è stato doloroso, ma Maniero - convinto delle sue proprie idee e senza farsi condizionare - ha voluto puntare sul portiere under: Marietta, fin qui poco sollecitato, ma sempre sicuro. Il ds ha allestito due coppie di terzini affidabili, Haveri mette molta fisicità, Lo Duca piace per la capacità di sovrapporsi alla mezzala e per la facilità di inserimento. Ma anche Contessa e Berghi sapranno ritargliarsi spazio. Quarto tassello Andreis, giocatore sottovalutato e di personalità, forse l'unico under che non ha un epigono in rosa. Sul fronte over, la scelta di Maniero di puntare su giocatori di categoria e di grande fisicità, come Tanasa, stanno pagando. Il resto lo fa un reparto d'attacco "illegale" per la categoria. Gabbianelli e Piscitella anche  sul campo della Sammaurese hanno dimostrato di avere doti tecniche nettamente superiori al contesto della Serie D, Germinale di gol in carriera ne ha fatti sempre con il contagocce, ma un giocatore della sua esperienza, malizia e fisicità, in un campionato di Serie D, fa la differenza, basti vedere il mestiere con cui si è guadagnato il rigore del vantaggio. Infine, avere in panchina alternative come Ferrara, Mencagli e Tomassini è una garanzia per  Marco Gaburro.

L'allenatore, un altro dei tasselli chiave del Rimini 2.0 di Rota. Gaburro è un bravissimo tecnico e soprattutto un uomo di grande intelligenza e cultura, doti fondamentali per essere un vincente anche sul rettangolo verde. Mille conferenze stampa e interviste, in questo inizio di stagione, mai una parola sbagliata o fuori posto. Non poco tempo fa i tifosi elevavano a idolo un allenatore perché diceva vaffanculo nelle conferenze stampa. Era il segnale di una piazza svilita dalle situazioni di campo e di mercato. Oggi l'aria è cambiata, anche perché il budget messo a disposizione del ds Maniero è certamente più ricco di quello dei suoi predecessori. Qualcosa sta cambiando anche dietro le quinte. "Piedi per terra", perché la riconquista del professionismo deve essere solo il punto di partenza per il Rimini.

ric. gia.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >