Sabato 16 Ottobre05:51:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: Murata, mister Fabbri: 'Contro la corazzata Tre Fiori serve la partita perfetta'

Sabato l'esordio a Montecchio (ore 15): è la prima di un trittico da brivido. 'Per noi deve essere come una finale'

Sport Repubblica San Marino | 10:11 - 16 Settembre 2021 Il tecnico del Murata Achille Fabbri Il tecnico del Murata Achille Fabbri.

Esordio complicato per il Murata all'esordio in campionato sabato (ore15, campo di Montecchio) contro il Tre Fiori, nell'ultima stagione in finale di Coppa Titano (persa ai rigori con La Fiorita) e due anni fa campione di San Marino, una delle big della stagione.
Mister Achille Fabbri, il sorteggio non vi è stato favorevole: Tre Fiori, La Fiorita e Tre Penne nelle prime tre giornate...
“E' così, ma adesso la testa è al Tre Fiori, il primo avversario, alle altre penseremo a tempo debito. Affrontiamo un avversario tosto perchè su una intelaiatura di prima grandezza sono stati inseriti giocatori di valore in ogni reparto: penso all'ex professionista De Lucia in difesa, a Censoni a centrocampo, a Gjurchinoski, Ferraro e Pollino – entrambi hanno militato in serie D - e Zoumbare in attacco. Una squadra che ha fisicità e velocità, organizzata, con esperienza, ben allenata da Matteo Cecchetti alla sua quinta stagione al Tre Fiori. Il Tre Fiori è una delle candidate alla vittoria finale”.
Che cosa chiede alla sua squadra?
“Una prestazione di grande sostanza, tutti devono fare la partita perfetta e quando dico tutti intendo gli undici titolari e quelli che eventualmente saranno chiamati in causa: con le cinque sostituzioni anche la panchina diventa fondamentale e quello che sto predicando in questa settimana di allenamenti è che chi subentra sarà ugualmente importante”.
La sua squadra ha cambiato molto sul mercato estivo: a che punto è l'affiatamento?
“Lo scopriremo cammin facendo e già l'esordio sarà una verifica importante. In questo mese e mezzo di preparazione abbiamo lavorato tanto, la squadra sta crescendo come testimoniano gli allenamenti congiunti che hanno registrato miglioramenti costanti, ma altra musica è quando ci sono in palio i punti. Anche io sono curioso di vedere la nostra forza. Abbiamo qualche giocatore con degli acciacchi, ma sono certo che che andrà in campo lo farà con lo spirito giusto”.
Contro una big come il Tre Fiori quale sarà il vostro atteggiamento tattico?
“Giocheremo per vincere come sempre. Questa deve essere la nostra mentalità in ogni partita. La cosa importante sarà dare il massimo sempre, avere una determinazione feroce, interpretare il match come fosse una finale. In questo modo potremo compensare il gap tecnico con chi sulla carta è più forte di noi”.
Che giudizio dà del campionato dopo il mercato?
“Folgore, Tre Penne, Tre Fiori, La Fiorita sono un gradino sopra le altre. Poi troviamo una serie di squadre competitive che sul mercato si sono attrezzate e sono destinate a recitare un ruolo importante: penso alla Virtus Acquaviva, il nostro avversario in Coppa Titano (ottavi di finale: andata 29 settembre e ritorno 27 ottobre) e tra le altre al Domagnano, al Pennarossa, al San Giovanni. In questa fascia di mezzo anche il Murata cercherà di farsi valere. Lo scorso anno siamo arrivati ai quarti di finale, cercheremo di confermarci e possibilmente migliorare, ma sappiamo che il comito sarà durissimo. Il livello tecnico in questi anni si è alzato, ci sono idee, mister di valore. Sarà una stagine da seguire con attenzione”.



 

< Articolo precedente Articolo successivo >