Domenica 26 Settembre06:38:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Litiga con la fidanzata e le uccide brutalmente il cane: condannato a 6 mesi

I fatti avvennero a San Giovanni in Marignano nell'agosto 2014

Attualità Rimini | 13:30 - 15 Settembre 2021 Il Jack Russell Gina Il Jack Russell Gina.


E' stato condannato a 6 mesi di reclusione, pena sospesa, un 40enne di origine bergamasca, accusato di maltrattamenti di animali. I fatti risalgono all'agosto del 2014: a San Giovanni in Marignano, in occasione di un concorso ippico al quale partecipavano sia l'imputato che la sua ex fidanzata, proprietaria del cane, un Jack Russell di nome Gina, che morì brutalmente, infilzato con un forcone e chiuso in un sacco di plastica poi dato alle fiamme. Il cane fu trovato agonizzante dalla sua padrona che accusò del barbaro gesto il compagno, con il quale stava vivendo un momento di conflittualità all'interno del rapporto di coppia. La sera prima i due avuto un alterco e la mattina dopo lei ritrovò l'animale agonizzante. Inizialmente costituitarsi parte civile, assistita dagli avvocati Piero Venturi e Francesco Vasini, la donna ha rimesso la querela, così dai capi di imputazione è stato stralciato quello relativo alle minacce. L'imputato, difeso dall'avvocato Luca Greco (che ha annunciato ricorso in appello), ha provveduto infatti al risarcimento in via privata, mentre dovrà versare 1000 euro di provvisionale a ciascuna delle due associazioni animaliste costituitesi a loro volta parte civile al processo.



 

< Articolo precedente Articolo successivo >