Mercoledý 22 Settembre17:38:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: Murata, il presidente Graziosi: 'La squadra è rinnovata e giovane: si farà valere'

'Mister Fabbri è una certezza. Tre big nelle prime tre giornate? Meglio affrontarle subito'

Sport Repubblica San Marino | 10:59 - 14 Settembre 2021 Il presidente del Murata Davide Graziosi Il presidente del Murata Davide Graziosi.

E' scattato il conto alla rovescia dell'inizio del campionato sammarinese 2021-2022 In casa Murata si vive con curiosità la vigilia dell'esordio contro il forte Tre Fiori, una delle big del campionato – due anni fa ha vinto lo scudetto – sul campo di Montecchio alle ore 15. Abbiamo fatto il punto con Davide Graziosi, da una decina di anni presidente del club, e già direttore del quotidiano La Tribuna.

Davide Graziosi, quali sono le sensazioni alla vigilia della stagione? Che stagione attende il Murata?

“Le mie sensazioni sono positive. Ho la consapevolezza che la società, di concerto con il tecnico Achille Fabbri e il ds Luca Ortibaldi, ha allestito una squadra mediamente giovane ma competitiva nel rispetto del budget che è più o meno lo stesso della stagione scorsa. Ringrazio per la sua collaborazione Gattei Impinati, da sempre nostro principale sponsor. Del resto, la filosofia del club è di fare sempre il passo secondo la gamba e anche quest'anno non abbiamo derogato. La stagione scorsa siamo arrivati nei playoff uscendo di scena ai quarti di finale mettendo alla frusta la Folgore, che poi ha vinto il titolo, quest'anno vogliamo entrare di nuovo tra le prime otto e se possibile fare meglio anche se sappiamo che il compito è molto difficile”.

Il suo sogno qual è?

“Mi piacerebbe centrare la posizione che ti porta a disputare una competizione europea come è accaduto in passato allo storico club che ho l'onore di rappresentare, ma io per primo so che non è affatto facile. Tre Penne, Folgore, Tre Fiori, La Fiorita sono i club un gradino sopra gli altri, altre squadre come la Virtus si sono molto rafforzate. Ci sarà da lottare con le unghie e con i denti. Il campionato è molto competitivo”.

La rosa del Murata è molto cambiata, teme di pagare dazio alla rivoluzione estiva?

“Abbiamo perso nostro malgrado pedine di valore, ad esempio Arrigoni, Fedeli, Filippo Fabbri, ma chi è arrivato gode della nostra massima fiducia e c'è chi ha un curriculum di spessore come i centrocampisti Alessio Cangini che ha militato in serie D e Niccolò Alberigi che ha lunga esperienza in Eccellenza, mentre in attacco è arrivato il bomber Alessio Indelicato. Abbiamo inforzato il gruppo dei sammarinesi con i graditi ritorni di Fabio Vitaioli e di Carlo Valentini, due giocatori la cui esperienza anche internazionale ci tornerà sicuramente utile senza dimenticare l'attaccante della nazionale Marco Bernardi. A proposito di giocatori sammarinesi, conto molto su centrocampista Alex Toccaceli, Nazionale Under 21, uno dei giovani più promettenti del nostro panorama calcistico, dopo una stagione in cui è stato poco utilizzato. Potrebbe essere il valore aggiunto. Insomma, la rosa è valida. Il difficile è trovare l'affiatamento nel più breve tempo possibile, poi sarà il campo ad indicare il nostro esatto valore”.

Mister Achille Fabbri è alla terza stagione al Murata...

“E' un tecnico di valore, competente, preparato e i risultati in questi tre anni lo hanno dimostrato. Abbiamo piena fiducia in lui perché sa far rendere al meglio i giocatori a disposizione sul piano tecnico e tattico. Confido nella sua esperienza per confermarci la mina vagante del campionato”.

Intanto il sorteggio del calendario non è stato di certo favorevole. Esordio contro il Tre Fiori, La Fiorita alla seconda giornata, alla terza il Tre Penne, una autentica corazzata.

“Guardo l'aspetto positivo: le big è meglio affrontarle subito piuttosto che quando saranno al massimo della condizione. Ora siamo concentrati sul Tre Fiori, il nostro primo avversario: siamo sfavoriti dal pronostico, quel che è certo è che venderemo cara la pelle”.

< Articolo precedente Articolo successivo >