Lunedý 18 Ottobre18:29:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riapertura nidi e materne, comune di Rimini: "green pass, nessuna criticità"

La novità, per le famiglie di 23 tra asili e materne, è stata l'apertura già dal primo giorno della mensa scolastica.

Attualità Rimini | 13:19 - 13 Settembre 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Sono 1.818 i piccoli riminesi che oggi (lunedì 13 settembre) hanno iniziato il loro percorso pedagogico nei nidi e nelle materne comunali.

La novità, per le famiglie di 23 tra asili e materne, è stata l'apertura già dal primo giorno della mensa scolastica. Una scelta maturata nel corso dell'ultimo anno scolastico e a cui si è lavorato durante tutta l'estate,  per essere pronti, già da oggi, con il personale, i fornitori e la logistica.

GREEN PASS L'altra novità di quest'anno è stata l'introduzione da parte del governo dell'obbligatorietà del green pass, sia per il personale che per i genitori. "Per quanto riguarda il personale non ci sono stati problemi, confermando ciò che gli uffici del Comune di Rimini avevano già verificato per tempo, ovvero la piena adesione del proprio personale alle normative nazionali", spiega l'amministrazione comunale di Rimini. 

Il personale scolastico ha verificato anche la posizione di quei i genitori (green pass, come previsto dalle normative) che, per assolvere alla fase di accompagnamento dei più piccoli nei primi giorni, devono entrare negli ambienti scolastici. È stata anche l'occasione per approfondire e spiegare ai genitori, nel dettaglio, le nuove normative. Anche in questo caso non ci sono particolari criticità da segnalare. La maggior parte, circa il 95% dei genitori, si è già presentato munito di green pass o esito del tampone. Alcuni genitori, pochi casi, non erano riusciti a scaricare o stampare il green pass ma, con l'aiuto del personale scolastico, o rivolgendosi alle farmacie, hanno risolto in pochi minuti la loro posizione. Solo pochissimi genitori (per non conoscenza delle norme, o incomprensione delle stesse), non sono risultati in regola con la necessaria documentazione.

Sul fronte delle normative anticovid, gli studenti, a partire da quelli più piccoli dell'infanzia fino a quelli delle secondarie, hanno trovato a scuola una nuova segnaletica e dei percorsi protetti. Si tratta di una novità necessaria per il rispetto dei nuovi protocolli sul distanziamento sociale che introdotta per la prima l'anno scorso, sta già diventando abitudine consolidata.

Con questa filosofia si è intervenuto non solo dentro ma anche all'esterno delle scuole (anche quelli statali) sia in prossimità degli accessi che sulla viabilità, in particolare a sostegno del trasporto pubblico locale, delle vie ciclo pedonali, con un occhio di riguardo ai tratti urbani più sollecitati. una serie di interventi (dall'aumento dei vigili nella gestione del traffico, agli interventi sulla viabilità vicina ai plessi, alla presenza di steward sul trasporto pubblico) in grado di accompagnare la ripresa della scuola nella maniera più fluida e sicura possibile.

I NUMERI Sono più di 25 mila gli studenti riminesi che hanno iniziato oggi il nuovo anno scolastico 2020/2021. Anche se ancora non sono state formalizzate tutte le iscrizioni, la maggior parte di questi, circa il 40%, siedono sui banchi delle scuole di secondo grado, il 27% su quelli delle scuole primarie, il 16% su quelli delle secondarie di primo grado, il 14% in quelli delle materne e il 3% nei nidi. Di materne e nidi comunali si hanno già i numeri ufficiali: 1.818, di cui 493 nei nidi comunali, più i 111 dell'Asp Valloni, e 1214 nelle materne comunali.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >