Luned́ 20 Settembre04:04:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, sabato Folgore-La Fiorita: si assegna la Supercoppa

Calcio d’inizio ore 20:45, match in diretta con telecronaca sulla pagina Facebook della FSGC

Sport Repubblica San Marino | 19:41 - 10 Settembre 2021 Calcio RSM, sabato Folgore-La Fiorita: si assegna la Supercoppa

La prima partita ufficiale della stagione 2021-22, per quel che concerne il calcio sammarinese, metterà a confronto le stesse squadre che hanno giocato l’ultimo incontro dell’annata precedente. Folgore e La Fiorita, rispettivamente detentrici di Scudetto e Coppa Titano, torneranno ad affrontarsi sabato sera ad Acquaviva (calcio d’inizio ore 20:45, in diretta con telecronaca sulla pagina Facebook della FSGC).

Curiosamente, entrambi i club hanno vinto i rispettivi trofei con l’allenatore squalificato: La Fiorita si impose sul Tre Fiori dopo una serie di 24 calci di rigore, salvo cedere ai tempi supplementari con la Folgore nella sfida Scudetto. Nelle due occasioni, Berardi prima e Lepri poi erano squalificati. Così che, dalla panchina, hanno potuto esultare gli allora vice: per La Fiorita, appunto, Lasagni.

Dettagli, come quelli che potenzialmente potrebbero fare la differenza domani sera, come concordano un po’ tutti e quattro gli intervenuti. E se nel calcio c’è un adagio snocciolato in occasioni come queste, è che vincere aiuta a vincere: “Lo è nella misura in cui vincere aiuti anche a lavorare bene, applicarsi ancor di più e migliorarsi – certifica Lepri –. Ripetersi è molto difficile, motivo per cui bisogna stare sempre concentrati ed alzare il livello del lavoro, della concentrazione e della dedizione in quello che si fa. Del resto di arriviamo in un momento in cui abbiamo qualche assenza di troppo tra infortuni e positività al Covid che ci hanno limitato, ma sono sicuro che chi parteciperà sarà in condizione di rendere al meglio”.

Si fa subito sul serio, dopo una manciata di amichevoli: “Anche noi arriviamo da un’ottima annata, pressoché perfetta se non per il neo dell’ultima finale proprio con la Folgore – ricorda Lasagni –. Ci siamo allenati bene, nonostante in quest’estate ci siano stati un po’ di cambiamenti che – com’è normale che sia – hanno portato delle novità. Siamo fiduciosi, la squadra è in salute e abbiamo solo un paio di assenti: Gasperoni, infortunatosi in Europa, e un altro ragazzo che purtroppo non ha superato le visite mediche e ci dispiace molto. Per il resto sono tutti a disposizione e quindi pensiamo e speriamo di fare bene”.

Ranking alla mano La Fiorita è la squadra migliore degli ultimi anni, certo in termini di continuità di risultati: “Mi aspetto di trovare una squadra pronta, che fa leva sul gruppo storico e lo zoccolo duro che da anni ha raggiunto grandi risultati ed è stato confermato in blocco – sottolinea Grandoni, difensore della Nazionale di San Marino e dei gialloblù –. Sono convinto che faremo una buona partita, il gruppo è compatto e stiamo bene insieme”. Domani si troverà di fronte Brolli, con cui ha condiviso le ultime due partite di qualificazioni ai Mondiali con Polonia ed Albania, oltre all’aereo che solo ieri ha riportato i Titani in territorio sammarinese con un diretto da Tirana: “La condizione atletica non sarà ovviamente al 100% su entrambi i fronti e la situazione legata a Covid ed infortuni ha decimato un po’ ogni squadra. Sarà una partita tosta perché andremo ad affrontare una delle squadre più forti dell’ultimo decennio. Complicato fare le carte ad una sfida secca, vedremo come andrà”.

La Fiorita arriva da una stagione culminata nel raggiungimento di due finali su due, l’obiettivo dichiarato (e non) di tutti gli allenatori che competono per vincere. Se è difficile per Folgore confermarsi – parola di Lepri –, quanto lo è per La Fiorita, per quanto fatto vedere negli ultimi anni? “Vincere è sempre difficile, in qualsiasi campionato, e ripetersi lo è ancora di più. Il nostro è un gruppo che da tanti anni fa parte de La Fiorita ed ha dimostrato di poter restare altamente competitivo – assicura Lasagni –. La squadra è più o meno è la stessa dell’anno scorso, al netto di Pieri, Peluso ed un paio di giovani sammarinesi (Santi e Pancotti, ndr) approdati alla Victor San Marino. Quindi abbiamo inserito qualche ragazzo per rinfrescare un po’ la rosa, ma credo che la mentalità acquisita da questi ragazzi sia quella di cercare di vincere tutte le partite e tutti i trofei. Un gruppo cannibale, come dimostra dalla ferocia con cui si allena: c’è un motivo per cui La Fiorita è rimasta al vertice tutti questi anni, i ragazzi si allenano sempre al massimo “.

Ed un motivo c’è se negli ultimi tempi sono sempre o molto spesso quattro o cinque club a spartirsi i titoli: “Il processo di costruzione di una mentalità vincente è iniziato due anni fa, quando siamo arrivati alla Folgore insieme al mio staff tecnico – ricorda Lepri –. Abbiamo iniziato a lavorare ad una situazione nuova, poi purtroppo nel corso della seconda stagione il campionato è stato interrotto a causa della pandemia quando ci trovavamo al secondo posto. Quella dell’anno scorso è storia abbastanza recente e stiamo raccogliendo i frutti dell’impegno di tutti, ma ovviamente – come dicevo poco fa – c’è sempre tanto da lavorare per potersi migliorare. Per quanto riguarda la rosa, abbiamo fatto parecchi cambiamenti soprattutto dalla metà in su: la società ha fatto un lavoro molto importante, ingaggiando giocatori che avevo indicato. Non avrei potuto chiedere di meglio, adesso dipende da noi”.

Il movimento calcistico sammarinese è diventato insomma una destinazione appetibile anche per giocatori di ottimo profilo, attraendo anche effettivi militanti in tornei di comprovata qualità. Com’è il caso di Grandoni, dopo una vita spesa in campionati del livello dell’Eccellenza: “Inizialmente, venendo a San Marino dopo tanti anni in Italia, non mi aspettavo di trovare un campionato così importante a livello qualitativo. Non ho notato troppa differenza rispetto all’Italia, anzi forse in termini squisitamente tecnici c’è più qualità qua a San Marino, anche per la presenza di molti giocatori che hanno militato ad alti livelli. Questo porta ad alzare naturalmente l’asticella, tanto in allenamento quanto in partita. Quando poi hanno fermato i campionati dilettantistici a causa della pandemia sono arrivati ulteriori giocatori che hanno alzato ancor più il livello”. Dello stesso avviso Brolli, che fa eco al compagno di Nazionale ed avversario di domani: “Concordo pienamente, milito in questo campionato da qualche anno in più e la differenza col tempo si è vista, aumentando il livello sia a livello qualitativo che quantitativo. In passato qualche giocatore di alto profilo veniva a San Marino per chiudere la carriera, ma ora ci sono anche giovani provenienti da Serie D ed Eccellenza. Questo giova al livello complessivo del torneo”.

Designata la quaterna arbitrale cui è stata affidata la direzione della Supercoppa Sammarinese 2021: Giacomo Cenci sarà l’arbitro, assistito dall’internazionale Gianmarco Ercolani e da Francesco Mineo. Quarto ufficiale Mattia Andruccioli. L’accesso all’impianto sarà gratuito per un numero limitato spettatori, nel rispetto del distanziamento.

< Articolo precedente Articolo successivo >