Domenica 19 Settembre07:46:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Comunali Rimini: Confindustria, guardia alta su criminalità. Faccia a faccia con i candidati

Incontro industriali con tre dei candidati sindaco 

Attualità Rimini | 17:14 - 08 Settembre 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Chi uscirà vincitore dalle prossime elezioni comunali a Rimini dovrà "mantenere alta la guardia" sul fronte delle delle infiltrazioni della criminalità organizzata sul territorio. Ne è convinta la delegazione riminese di Confindustria Romagna che oggi (mercoledì 8 settembre) ha incontrato tre dei candidati sindaco alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre prossimi: Jamil Sadegholvaad, Gloria Lisi e Mario Erbetta.

"Il tema delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto produttivo riminese a fini di riciclaggio, - osserva l'associazione degli industriali romagnoli - da lungo tempo aleggia tra coloro che conoscono bene la realtà locale. Da alcuni anni è diventato un tema di dibattito pubblico e questo è importante perché aumenta la sensibilità verso un problema su cui non si può tacere. La nuova amministrazione - osserva - deve mantenere alta la guardia su queste problematiche in un corretto rapporto con tutte le istituzioni statali del territorio che, da tempo, stanno dando importanti segnali di sensibilità verso queste problematiche".

Nel corso dell'incontro, spiega una nota confindustriale, sono stati diversi i temi trattati a partire dal progetto di 'Città Romagna', che vedrebbe unite le realtà di piccole e medie dimensioni in una "ideale città di oltre un milione di abitanti che potrebbe giocare un ruolo di primo piano in tutti i campi" per arrivare alla ripresa, da parte del Comune di "una sua politica industriale" e alla riqualificazione edilizia e urbanistica. Dal fronte energetico con una riflessione su temi come "il parco eolico al largo di Rimini che possono causare perplessità" ma per i quali "l'importante sarà trovare il giusto compromesso tra le esigenze di avere energia pulita e le esigenze turistiche" fino alla "necessità di portare l'Alta Velocità a vantaggio delle imprese a cominciare da quelle turistiche. Un'opportunità, questa, che "non deve essere persa" e per cui "Rimini deve battersi".

< Articolo precedente Articolo successivo >