Domenica 26 Settembre10:17:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: Murata, il ds Luca Ortibaldi: 'Squadra rinnovata, vogliamo essere la mina vagante'

'Sul mercato abbiamo realizzato un mix di giovani ed esperti. La squadra ha dei valori'

Sport Repubblica San Marino | 15:08 - 08 Settembre 2021 Il direttore sportivo del Murata Luca Ortibaldi Il direttore sportivo del Murata Luca Ortibaldi.

Il Murata esce dal mercato estivo molto rinnovato. Si contano sulle dita di una mano i giocatori che sono rimasti rispetto alla scorsa stagione, il lavoro quindi per il direttore sportivo Luca Ortibaldi, alla sua prima esperienza nel ruolo dopo una lunga carriera da giocartore, non è mancato di certo.

Ortibaldi, che mercato è stato?

“La squadra ha cambiato volto, ma riteniamo di aver allestito una rosa competitiva, fatta di un mix di giovani e giocatori di esperienza il cui apporto sarà fondamentale nel corso della stagione specialmente in certe situazioni in cui l'anno scorso abbiamo sofferto. E' stata una estate complicata, un po' tutte le società sammarinesi hanno duvuto fare i conti con il ritorno nei campionati italiani di una bella fetta di giocatori che per il covid si erano trasferiti a San Marino, e dunque far combaciare scelte tecniche e budget ha richiesto pazienza. Last minute, comunque, siamo riusciti a prendere un centrocampista di valore come Niccolò Alberigi che ha cinque anni di esperienza in Eccellenza. Ogni scelta è stata condivisa con la società e il mister. Siamo convinti di aver allestito una squadra competitiva puntando su ragazzi fortemente motivati. Siamo contenti che il tecnico Achille Fabbri sia rimasto con noi, è l'uomo giusto per assemblare tanti giocatori nuovi”.

Quale sarà il ruolo del Murata?

“Vogliamo confermare e magari migliorare quanto di buono abbiamo fatto lanno scorso arrivando ai quarti di finale dopo essere entrati nei playoff. Ci sono squadre forti e agguerrite, come sempre cercheremo di essere la mina vagante”.

Come si trova dall'altra parte della barricata?

“E' stato per me un cambiamento importante, si osservano le cose con un punto di vista diverso. Ci metto impegno, entusiasmo, voglia di fare, col tempo acquisterò esperienza. Sono convinto che la squadra abbia dei valori, ora deve dimostrarlo sul campo”.

Come è andato il precampionato?

“Abbiamo cominciato la preparazione prima degli altri appunto per cercare l'affiatamento tra i ragazzi il prima possibile e fare gruppo. La squadra sta lavorando con impegno, cresce con il passare delle settimane; negli allenamenti congiunti abbiamo pareggiato con Verucchio e Pietracuta, abbiamo battuto il Novafeltria. Sono in programma altri test. Contiamo di farci trovare a buon punto per l'inizio del campionato, il 18 settembre”.

Il sorteggio è stato impietoso: subito due big, Tre Fiori e La Fiorita.

“E' vero, ma affrontare le big prima o dopo cambia poco. Siamo consapevoli dei nostri mezzi, il nostro obiettivo è avere una partenza lanciata per raggiungere il prima possibile i playoff, il nostro primo traguardo”.

< Articolo precedente Articolo successivo >