Giovedý 23 Settembre06:14:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scuola: preside Rimini; 'fiduciosa, misure hanno funzionato' 

'Controlliamo manualmente Green pass, pochi no vax' 

Attualità Rimini | 15:59 - 06 Settembre 2021 Alunni in classe Alunni in classe.

Il 13 settembre ripartono le scuole anche in Emilia-Romagna e la principale novità di quest'anno è l'obbligo di Green pass per il personale scolastico. Le verifiche del certificato sono in realtà già iniziate perché gli insegnanti e gli altri dipendenti sono a scuola in questi giorni per le attività preparatorie. All'Istituto comprensivo Centro Storico di Rimini, che riunisce alcune scuole dell'infanzia, primarie e medie, i dipendenti non vaccinati sono pochi, secondo le stime della dirigenza. Ai presidi non è infatti dato sapere il numero esatto di No vax. Si dice "fiduciosa" la dirigente di istituto, Lorella Camporesi. "Le misure di contenimento dell'anno scorso hanno grosso modo funzionato", spiega. "Non abbiamo mai registrato cluster interni alla scuola". I focolai sarebbero nati tutti all'esterno. Ora le scuole sono in attesa della piattaforma ministeriale per il controllo del Green pass che attualmente viene eseguito manualmente. Ciò spetta ai presidi, che però non riescono a farcela da soli. Per chi ha più plessi è impossibile. "Nel mio caso ho fatto delle deleghe ai referenti di plesso che controllano i colleghi quando arrivano", afferma Camporesi. L'obiettivo di quest'anno è la didattica in presenza, ma dell'anno passato non va buttato via tutto. "Le riunioni con grandi numeri continueremo a farle a distanza perché hanno funzionato bene", dice la dirigente. Il digitale può poi potenziare la didattica, "certi strumenti digitali che prima facevano parte della sperimentazione di qualche docente più informatizzato, possono essere utili per tutti". Gli insegnanti hanno poi dovuto sostenere dei corsi di formazione sui nuovi strumenti.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >