Sabato 18 Settembre01:59:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini verso il voto, Chiara Bellini per Sadegholvaad sindaco: ‘Impegno su donne e pari opportunità’

"E’ necessario impegnarsi in politiche atte a rimuovere ostacoli di ordine economico, politico e istituzionale"

Attualità Rimini | 14:20 - 30 Agosto 2021 Chiara Bellini (Ph. Giorgio Salvatori) Chiara Bellini (Ph. Giorgio Salvatori).

Più attenzione per le esigenze delle donne: a Rimini, Chiara Bellini, in tandem con Jamil Sadegholvaad per il centrosinistra alle prossime comunali, accende un faro sulle politiche per le pari opportunità e contro la violenza di genere. "Questa estate- osserva- sono arrivate ai Comuni del distretto nord di Rimini più di 2.000 domande per il contributo alla frequenza dei centri estivi per i minori dai 3 ai 13 anni, nell'ambito del bando 'Conciliazione tempi di vita e lavoro'" della Regione Emilia-Romagna. Ciò rappresenta "un segnale di grande richiesta che deve essere tenuto in considerazione- fa notare la candidata vicensindaco- e a cui si dovrà continuare a rispondere all'insegna di welfare, diritto allo studio e pari opportunità". Ma Bellini sottolinea anche che "in senso più ampio è necessario impegnarsi in politiche atte a rimuovere ostacoli di ordine economico, politico e istituzionale, intervenendo sui modelli culturali e sociali che costituiscono discriminazione diretta o indiretta per genere, orientamento sessuale, origine etnica, religione, condizione psico-fisica". In questa direzione quindi "si devono favorire politiche di inclusione attiva, garantendo il pari godimento dei diritti di ogni cittadino".

Inoltre "una particolare attenzione va rivolta alle misure specifiche a favore delle donne- prosegue- sostenendo le pari opportunità in ambito economico, lavorativo e sociale".
In questa direzione "è di fondamentale importanza promuovere anche interventi e iniziative nel contrasto alla violenza di genere- conclude- incrementando l'informazione e la formazione dedicate, intervenendo nei problemi di tipo alloggiativo e lavorativo per le donne in uscita dalla violenza, implementando nel nostro territorio i protocolli di rete per le donne vittime di violenza già esistenti".

< Articolo precedente Articolo successivo >