Mercoledý 29 Settembre05:08:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Capitale Cultura: Rimini posticipa al 2025, Gnassi: 'Sosteniamo Pesaro'

"Ci candideremo il prossimo anno, la candidatura è un'occasione di crescita"

Attualità Rimini | 09:52 - 28 Agosto 2021 Pesaro Capitale della Cultura 2024 Pesaro Capitale della Cultura 2024.

Le Capitali della Cultura italiana, e aspiranti tali, fanno sinergia: durante un confronto nell'ambito di FestaPesaro si sono confrontati Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza della città marchigiana, che concorrerà per il 2024, Raimondo Ambrosino, sindaco di Procida, proclamata Capitale per il 2022, e Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, inizialmente candidata per il  2024, ma che che poi ha deciso di posticipare al 2025. "La scadenza della consegna del dossier di candidatura cade nel periodo delle elezioni amministrative, i due termini avrebbero creato una situazione di instabilità che abbiamo ritenuto non adeguata - ha spiegato -. Ci candideremo il prossimo anno, nel frattempo sosterremo Pesaro" . Vimini ha sottolineato che la candidatura "rappresenta un'occasione di crescita unica per i cittadini: Pesaro è sempre stata una città di cultura, aperta al mondo, con interconnessioni di idee, professionisti, artisti e cittadini.
Quello che mancava era individuare un faro principale, una leva su cui impostare le progettualità: serviva un elemento di partenza che facesse ri-innamorare i pesaresi. L'abbiamo trovato in Rossini e nella sua arte; e da subito si è rivelata una sfida su cui fino a 10 anni fa, i pesaresi non avrebbero scommesso. Ma ci abbiamo lavorato, in particolare con il dossier che, nel 2017, ci ha portato alla proclamazione di Città creativa della Musica Unesco, ci stiamo lavorando con la candidatura per il 2024 e per quella a Capitale europea del 2033 insieme ad Urbino".

< Articolo precedente Articolo successivo >