Venerd́ 17 Settembre18:32:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid: sospesi cinque farmacisti riminesi che rifiutano il vaccino

Dopo i solleciti e le lettere di richiamo scattano i provvedimenti per i lavoratori

Attualità Rimini | 14:37 - 25 Agosto 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Dopo le lettere di richiamo e i solleciti sono arrivate le sospensioni dal serivizio con il pubblico. Cinque farmacisti della provincia di Rimini sono stati raggiunti dagli avvisi per lo stop alla loro attività lavorativa perchè rifiutano il vaccino. La comunicazione è arrivata loro direttamente dal presidente dell’Ordine, Giulio Mignani. Per i farmacisti, così come per gli altri operatori della sanità, la vaccinazione contro il Covid 19 è obbligatoria. Lo stabilisce il Dl 1° aprile 2021 n. 44 che ha introdotto l’obbligo vaccinale per tutti gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario, compresi i farmacisti, prevedendo una dettagliata procedura operativa e misure in caso di inottemperanza In caso di volontà di mettersi in regola, e quindi di ricevere intanto la prima dose, il procedimento si annulla e il professionista può tornare a lavoro.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >