Sabato 18 Settembre00:39:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid: Di Maio al Meeting, doneremo 15 milioni di vaccini ai paesi piu' poveri

L'Italia ha contribuito con oltre 385 milioni di euro al progetto Covax Facility

Attualità Rimini | 07:46 - 23 Agosto 2021 Il ministro Di Maio Il ministro Di Maio.

 "Mentre in una prima fase dell'emergenza sanitaria le dinamiche competitive hanno prevalso sugli appelli alla solidarietà, la necessità di arginare la crisi ha reso evidente l'urgenza di una risposta coordinata. L'Italia è stata tra i primi Paesi a chiedere soluzioni multilaterali e anche grazie alla nostra perseveranza si è affermata questa impostazione". Lo ha detto al Meeting di Cl il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in relazione alla lotta al Covid, ricordando "la creazione di un'alleanza per il vaccino, l'Access to Covid-19 Tools Accelerator, promossa dall'Italia. Uno strumento che, mettendo a sistema gli sforzi di organizzazioni internazionali, Stati e privati, ha impresso un'accelerazione senza precedenti a ricerca, produzione e distribuzione dei beni medicali anti-COVID". "L'Italia ha contribuito al suo impegno per l'equa distribuzione dei vaccini, la Covax Facility, con oltre 385 milioni di euro. Doneremo 15 milioni di dosi per i Paesi più poveri entro il 2021 e, nelle ultime settimane, abbiamo facilitato donazioni di dosi a favore di Paesi bisognosi del vaccino come Libia, Yemen, Albania, Libano, Kosovo e Indonesia. Questo, nella consapevolezza che, in assenza di una copertura vaccinale ampia e sincronizzata tra le varie aree del pianeta, il rischio che il virus continui a mutare e a ripresentarsi rimane altissimo", conclude.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >