Domenica 26 Settembre06:49:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, gli operatori turistici: "Estate più pazza di sempre, tanti italiani tornati in Riviera"

Mauro Bianchi di Riccione Intrattenimento: "Ma le discoteche andavano riaperte col green pass"

Turismo Riccione | 07:25 - 15 Agosto 2021 Riccione Riccione.

"Tra Green pass, tamponi, incertezze sulle aperture, questa è l'estate più pazza e faticosa di sempre": a dirlo all'ANSA è Mauro Bianchi, presidente di "Riccione intrattenimento", il consorzio che raggruppa 25 locali tra i più importanti della città. Discoteche, popolo della notte, difficoltà a trovare dipendenti e Pnrr a favore del settore intrattenimento sono alcuni dei temi che stanno tenendo banco tra gli imprenditori riccionesi. "Le discoteche andavano riaperte utilizzando il Green pass e questo avrebbe evitato la trasformazione di quei locali in ristobar che poi spesso prendono delle multe", dice Bianchi, che evidenzia anche un altro aspetto della questione. "Il popolo della notte - racconta - dopo l'una e mezza di fatto si ritrova senza punti di riferimento e in questa estate si sta riversando nelle vie del centro, con i giovanissimi che in alcuni casi creano qualche problema. Anche se i controlli ci sono, intensificarli non sarebbe male".

Se Green pass e altre regole anti Covid hanno condizionato il lavoro degli imprenditori, "la ricerca di personale sta diventando un altro problema davvero complicato", sottolinea Bianchi. "Sarà per il reddito di cittadinanza, sarà che i ragazzi di oggi sono diversi da quelli della nostra generazione, sta di fatto che in Romagna sono sempre meno quelli che vengono a fare la stagione", dice ancora il presidente. Infine, la richiesta di aiuti a favore del settore dell'intrattenimento: "Al momento - evidenzia Bianchi - sembra che il nostro mondo sia sconosciuto al governo, quando invece è un comparto non solo importante per il turismo, ma anche a livello culturale, permettendo ai giovani di vivere una socialità e non isolarsi dietro allo schermo di uno smartphone". Se questa del 2021 è l'estate più "faticosa" di sempre, per Bianchi è anche l'estate che in qualche modo segna il rilancio di Riccione: "Possiamo dire che il Covid una cosa buona l'ha fatta - conclude il presidente - ha riportato in città tanti italiani che andavano all'estero e che ora si sono di nuovo innamorati della riviera romagnola". 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >