Luned́ 27 Settembre19:21:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Spaccio, furti e rapine: evaso più volte dai domiciliari, finisce in carcere

E' un giovane di 21 anni, tunisino, ritenuto un soggetto socialmente pericoloso

Cronaca Rimini | 17:20 - 10 Agosto 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Per almeno tre volte negli ultimi mesi era stato mandato ai domiciliari dopo essere stato arrestato, tra Bologna e Rimini, per furti, rapine e spaccio di droga. Ma la casa dove avrebbe dovuto scontare gli arresti era un domicilio fittizio, dove i Carabinieri non lo hanno mai trovato. L'uomo, un 21enne di origine tunisina ritenuto 'socialmente pericoloso' e 'incapace di sottostare alle prescrizioni', ieri è stato nuovamente arrestato e questa volta è finito in carcere, con un provvedimento di aggravamento della misura cautelare emesso dal Tribunale di Bologna e richiesto dagli stessi Carabinieri. La scorsa primavera, dopo un arresto per droga a Bologna aveva ricevuto un divieto di dimora, mentre a luglio era stato fermato dalla Polizia a Rimini per una rapina, poi scarcerato e mandato ai domiciliari a Bologna. Verificato che non rispettava il provvedimento, i Carabinieri lo hanno cercato e arrestato in flagranza per evasione, domenica sera nei pressi della stazione ferroviaria. All'udienza in direttissima il giudice ha convalidato l'arresto e disposto ancora una volta i domiciliari. Ma la segnalazione dell'Arma sulla pericolosità del soggetto ha portato il Tribunale a emettere un'ordinanza di custodia cautelare: non più i domiciliari, ma in carcere. I militari della stazione Navile ieri lo hanno rintracciato e arrestato in un bar di via Matteotti. Il locale dove è stato trovato era stato chiuso a luglio per 10 giorni dalla questura, perché ritenuto un ritrovo di pregiudicati

 

< Articolo precedente Articolo successivo >